Da sinistra Giovanni Santoro, il sindaco Rosa Capuozzo e Gabriele Di Criscio
Da sinistra Giovanni Santoro, il sindaco Rosa Capuozzo e Gabriele Di Criscio

QUARTO – Sono trascorsi esattamente tre mesi  dall’annuncio “interno” del sindaco riguardante il rimpasto di Giunta. Nonostante sia trascorso così tanto tempo, però, della nuova squadra di governo ancora non se ne è vista traccia. E come al solito, in occasione di ogni rimpasto, sono i “rumors” a farla da padroni.

IL “SETTIMO UOMO” – Il toto-nomine, stando a quanto sta circolando negli ultimi giorni, vedrebbe del tutto smentita l’idea di un totale disinteressamento dei “nuovi arrivati” in maggioranza, e cioè Gabriele Di Criscio, Giovanni Santoro e Antonio Brescia, a proporre persone a loro “gradite”. Tra i nomi ecco spuntare Arturo Carandente Sicco, vicino ad Antonio Brescia, quest’ultimo seduto tra i banchi del gruppo misto. A Carandente Sicco potrebbe andare la delega ai finanziamenti europei, il così detto “settimo assessore”, di cui il sindaco Capuozzo ne aveva annunciato l’arrivo lo scorso autunno. Da “accontentare”, però, ci sarebbero ancora Di Criscio e Santoro. Al primo potrebbe andare, tramite persona di fiducia, l’assessorato al Bilancio. Una voce che però farebbe sparire dal panorama il nome di Teresa Stellato, già assessore a Bilancio e Politiche Sociali nella Giunta puteolana del sindaco Figliolia.

DUE ASSESSORI PER DI CRISCIO – Considerato il peso specifico che però ha acquisito Gabriele Di Criscio in maggioranza, all’ex sindaco potrebbe toccare anche un secondo assessorato: quello al Turismo e Cultura. A Santoro, invece, potrebbe toccare l’assessorato all’Urbanistica, mentre quello ai Lavori Pubblici potrebbe restare nelle mani di chi lo ha ad interim dallo scorso gennaio: lo stesso sindaco Rosa Capuozzo. Queste, dunque, le voci che stanno circolando. Quelle di un vero e proprio manuale Cencelli in salsa quartese. E come nella migliore tradizione della politica locale.