QUARTO – Dopo 3 anni dalle ultime elezioni e dopo oltre 3 mesi di commissariamento a Quarto si torna al voto. In corsa per la corsa alla poltrona di sindaco ci sono 7 candidati, 17 liste a sostegno, mentre 373 sono quelli che aspirano a un posto in Consiglio comunale da eleggere il prossimo 10 giugno (eventuale ballottaggio il 24 giugno). Mancheranno il Movimento 5 Stelle e il Partito Democratico, protagonisti in positivo e negativo delle elezioni del 2015: il primo per aver vinto le elezioni con Rosa Capuozzo; il secondo per aver sbagliato clamorosamente la presentazione delle liste con conseguente esclusione dalla competizione elettorale. Tra i sette candidati a sindaco ci sono due donne donne e due già sindaci: la sopracitata Capuozzo, uscente dopo 2 anni e mezzo di consiliatura in seguito allo scioglimento del consiglio comunale; e Massimo Carandente Giarrusso, eletto nel 2011 e poi dimessosi un anno dopo. La prima è sostenuta da 2 liste (Coraggio Quarto e Italia in Comune), il secondo da 6 liste di centrodestra (Forza Italia, Noi con l’Italia-Udc, Lega Salvini-Campania, Quarto Bene Comune, Protagonismo Sociale, Fratelli d’Italia) *cliccare sulle liste in grassetto per leggere i nomi di tutti in candidati 

I CANDIDATI – Per quella che sarebbe l’area di centrosinistra invece il candidato sindaco è Antonio Sabino, nel 2011 capogruppo consiliare del PD e sostenuto da 3 liste (Arcobaleno, Democratici in Cammino, Movimento Flegreo). In gara per la poltrona di sindaco di Quarto c’è anche Davide Secone, leader dei comitati locali e presidente del Quartograd: è sostenuto da due liste (Un’altra città, Davide Secone Sindaco). Candidati a sindaco tre consiglieri comunali della passata consiliatura: Giovanni Santoro, sostenuto da 2 liste (Uniti x Quarto, Idea Quarto); Gabriele Di Criscio, sostenuto da 1 lista (Insieme x Quarto) e l’altra donna, Concetta Aprile, sostenuta da 1 lista (Meetup #Quarto3.0).

LE FOTO