Gli scaffali di frutta e verdura vuoti

POZZUOLI –  Supermercati deserti, scaffali vuoti, poche auto in strada e distributori di benzina chiusi. Ecco come si presentava oggi pomeriggio Pozzuoli, all’indomani dello stop da parte degli autotrasportatori. Dopo la corsa agli approvvigionamenti ora l’attesa è per gli sviluppi della protesta: la speranza  è che termini al più presto. Oggi gli scaffali dei supermercati erano vuoti, restano scatolame e prodotti a lunga conservazione.

NIENTE  latte, uova, frutta, verdura, pesce, scarseggiano i prodotti freschi che già da domani potrebbero mancare del tutto. In via di esaurimento anche la carne, rimangono le ultime scorte che in alcuni casi non potrebbero bastare nemmeno per le prossime 24 ore. In alcuni negozi di alimentari questa mattina mancava perfino il pane. Particolarmente colpita la grande distribuzione, mentre i negozi di vicinato hanno “attutito il colpo” anche grazie al fatto che molti dei fornitori sono locali e quindi muovendosi per vie interne sono riusciti a scampare ai blocchi stradali.

Vuoti anche i frigoriferi della carne

TENSIONI –  anche dal fronte carburanti: quasi tutti i distributori presenti sul territorio cittadino e nell’intera area dei Campi Flegrei hanno terminato le scorte di carburante, i pochi impianti rimasti aperti per l’intera giornata sono stati presi d’assalto dagli automobilisti. Nella serata di lunedì per accedere alla stazione di servizio Q8 lungo la Variante Anas alcuni automobilisti hanno impiegato anche 4 ore con una coda di veicoli che giungeva fino allo svincolo di Monterusciello. Stesse scene si sono vissute anche in via Campana ai distributori Baiano, nei pressi del distributore Agip dei Damiani e a Licola Borgo, dove veicoli in coda fino a mezzanotte hanno preso d’assalto il distributore Tamoil. Non sono mancati attimi di tensione tra gli automobilisti: in alcuni casi è stata sfiorata la rissa a causa dei “furbi” di turno che hanno tentato di non rispettare la fila.

LA PSICOSI –  Intanto in mattinata è stato rimosso il blocco lungo la Variante Anas tra gli svincoli di Monterusciello e Varcaturo. Ma la psicosi ha spinto molti a rimanere a casa limitando gli spostamenti per evitare di consumare carburante. Questo ha fatto si che le strade rimanessero vuote. E a rendere ancora più spettrale il clima nel tardo pomeriggio diversi negozi di alimentari hanno anticipato la chiusura.

GENNARO DEL GIUDICE
[email protected]

LE FOTO
[cronacaflegrea_slideshow]