POZZUOLI – Case scoperchiate al Rione Toiano. Tegole che volano come proiettili impazziti in via Seneca, a pochi passi dalla sede del Comune di Pozzuoli. Lo scenario è da brividi. Il vento, che da ore sta sferzando tutto il territorio comunale, sta causando danni e disagi ai residenti. Gli abitanti del posto stanno facendo i conti con le lamiere dei tetti venute giù con forza. «Abbiamo paura; temiamo di farci male seriamente. Non possiamo uscire: c’è il rischio elevato che qualcosa ci cada in testa», è il grido d’allarme di una residente della zona che segnala anche la presenza di amianto alle spalle degli edifici. I problemi più evidenti si registrano nei quartieri periferici di Pozzuoli. A rischio soprattutto le palazzine popolari. Tra Quarto e Monterusciello il ramo di un albero si è spezzato e ha occupato parte della carreggiata.

CIMITERO E PARCHI CHIUSI – Intanto, in considerazione dell’evolversi delle condizioni meteo e a salvaguardia della pubblica incolumità, l’amministrazione comunale di Pozzuoli ha deciso di chiudere per la giornata di oggi il pubblico accesso al civico cimitero e alle aree verdi (villa Avellino, oasi di Montenuovo e pista ciclabile di Monteruscello). L’amministrazione, inoltre, invita i cittadini a prestare sempre la massima attenzione nelle zone esposte e lungo le strade, specie in quelle alberate, soprattutto per le forti e improvvise raffiche di vento, cercando di limitare gli spostamenti solo se strettamente necessari.

A RISCHIO GAZEBO E TENDONI – Alla guida dei veicoli – fanno sapere dalle stanze dei bottoni – è opportuno moderare la velocità ed essere prudenti, facendo particolare attenzione nei tratti stradali esposti, come quelli all’uscita dalle gallerie e nei viadotti. In generale, per il forte vento, sono particolarmente a rischio tutte le strutture mobili, specie quelle che prevedono la presenza di teli o tendoni, come impalcature, gazebo, strutture espositive o commerciali temporanee all’aperto, delle quali devono essere testate la tenuta e le assicurazioni.