Il supermercato "Decò" di via De Fraia

POZZUOLI –  Un supermercato e una farmacia assaltate e un tentativo di rapina ai danni di una salumeria. Tutto in mezz’ora. Ma questa volta uno dei banditi non è riuscito a farla franca, i carabinieri lo hanno inseguito e arrestato subito dopo l’assalto al terzo locale. Si tratta di M.S., un giovane puteolano, residente nel quartiere del Rione Toiano. Indagini da parte dei Carabinieri della Compagnia di Pozzuoli diretti dal Comandante Roberto Spinola sono in corso per risalire all’identità dei rapinatori, capire se l’arrestato abbia partecipato ad entrambe le rapine e se ad agire sia stata un’unica banda. Mezz’ora circa è il tempo che è intercorso venerdì (7 dicembre) tra il raid ai danni del supermercato Decò di via Giovanni De Fraia, nel pieno centro storico di Pozzuoli e quella messa a segno ai danni della Farmacia “Altavista”, nella centralissima Piazza Aldo Moro ad Arco Felice dove subito dopo tre malviventi armati  facevano irruzione anche in una salumeria, prima di essere messi in fuga dalle urla delle vittime.  Fuga che per uno di essi si concludeva dopo un inseguimento da parte dei carabinieri che riuscivano a bloccarlo e ad arrestarlo.

La Farmacia "Altavista" in via Miliscola

RAPINE, MINACCE E ARRESTO  –  Una serata di terrore che aveva inizio intorno alle 19 quando una banda di rapinatori faceva irruzione all’interno del supermercato “Decò” a pochi passi da Piazza della Repubblica. Immobilizzati i dipendenti alle casse, noncuranti della presenza dei clienti, i banditi si facevano consegnare i soldi prima di darsi alla fuga. Dopo pochi minuti un’altra rapina si registrava ad Arco Felice, ai danni della Farmacia “Altavista”, a pochi metri dall’altro supermercato Decò rapinato appena due giorni prima.  Erano le 19.20 circa quando, secondo le ricostruzioni effettuate sul posto, tre uomini con i volti coperti da passamontagna facevano irruzione nel locale.  Anche in questo caso, dopo essersi avvicinati alla cassa, si impossessavano delle banconote e prima di scappare minacciavano anche alcuni clienti facendosi consegnare i soldi che avevano addosso.  Ancora pochi minuti e un terzo assalto si registrava pochi metri dopo, questa volta ai danni di una salumeria, sempre in via Miliscola. In questo caso, i malviventi obbligavano il proprietario ad entrare nel locale per farsi consegnare i soldi.“Tras rint e dacci i soldi” urlavano all’uomo che reagiva.  Richiamati dal trambusto, accorrevano in aiuto alcuni familiari che li mettevano in fuga. I tre con i volti coperti da passamontagna scappavano a piedi in un vicoletto nei pressi della salumeria. Fuga che per un componente della banda terminava grazie al tempestivo intervento di una pattuglia dei carabinieri del Nucleo Operativo che riuscivano a bloccarlo e ad arrestarlo. Ora è caccia agli altri rapinatori.

GENNARO DEL GIUDICE