POZZUOLI – Un appello per garantire una vita dignitosa al cane che tanto ama, adottato appena cucciolo quando il marito era ancora in vita. Ma da otto mesi la vita della signora Annamaria, 74enne che vive nel quartiere di Monterusciello, si è trasformata in un calvario. La morte del suo adorato marito, i segni di una malattia che l’ha debilitata e infine una rovinosa caduta l’hanno limitata a tal punto da non permetterle più di accudire la piccola Laila, un dolce meticcio nero e bianco di due anni e mezzo. Ora Annamaria Oreste chiede aiuto e lancia un appello per trovare persone disposte ad adottare il suo cane.

L’APPELLO – «Non ho nemmeno la forza di scenderla nel cortile per farle fare i bisogni -racconta Annamaria Oreste- l’ultima volta mi ha trascinata e sono caduta. Ora ha una costola inclinata e non dormo da 15 giorni per il dolore. Sono sola, i miei figli vivono fuori regione, uno in Brasile e chiedo un aiuto affinché qualcuno che ama gli animali adotti Laila perchè io non ce la faccio più ad accudirla. Mi sono rivolta ad alcune associazioni e ai vigili, ma nessuno ha potuto fare niente. Sono disperata. Mi appello all’ex ministro Brambilla che tanto ama gli animali e al sindaco di Pozzuoli, la mia città, affinché mi aiutino a trovare un nuovo padrone per Laila, un’associazione o qualche volontario. E’ un appello che faccio a malincuore perché questo cane è dolcissimo, è stato una compagnia per mio marito quando era vivo e lo è ora anche per me. Ma da sola ce la faccio più, ne va della mia e della salute di questo dolcissimo cane. Vi prego, aiutatemi!»

*Chiunque è interessato può contattare la signora Annamaria al numero 3348025769