POZZUOLI – Una scossa di intensità pari a 2 Md, accompagnata da un forte boato si è verificata alle 9:43 di questa mattina ed è stata avvertita in moltissime zone della città.  Secondo i primi dati forniti dall’INGV, l’epicentro sarebbe localizzato  nella zona Agnano-Pisciarelli ad una profondità di 1,7 Km. All’alba, si erano già verificate altre tre lievissime scosse, la più forte di intensità pari a 1 Md, accompagnate anch’esse da dei boati (ore 06:27, 06:30 e 06:38), ma avvertite prevalentemente nella zona alta e nell’area di Cigliano. Come per gli eventi registrati recentemente, dovrebbe trattarsi di fenomeni legati alla normale attività della caldera flegrea. Gli ultimi bollettini forniti dall’Osservatorio Vesuviano non evidenziano, nel breve termine, segnali di preoccupazione.

Bollettini Osservatorio – Nella settimana dal 2 al 9 Ottobre, nell’area dei Campi Flegrei sono stati registrati 19 terremoti (Mdmax =1.4). Dal bollettino OV: «Seppur in presenza di diverse oscillazioni nelle serie temporali, il valore medio del sollevamento nell’area di massima deformazione è di circa 0.7 cm/mese da luglio 2017. Il sollevamento registrato alla stazione GPS di RITE (Rione Terra) è di circa 30.5 cm a partire da gennaio 2014. I flussi di CO2 dal suolo misurati nell’ultima settimana non hanno mostrato variazioni significative; nell’ultima settimana la temperatura della fumarola principale di Pisciarelli ha mostrato un valore medio di circa 113 °C. Sulla base dell’attuale quadro dell’attività vulcanica sopra delineato, non si evidenziano elementi tali da suggerire significative evoluzioni a breve termine.»