POZZUOLI – Un corteo di protesta per ribadire il forte malcontento ed ottenere maggiori certezze per il futuro. È quanto hanno organizzato i lavoratori socialmente utili di Pozzuoli, che da giorni presidiano la sede comunale. Lunedì alle 9.30 gli Lsu scenderanno in piazza ed incontreranno il consigliere regionale del Movimento Cinque Stelle, Gennaro Saiello. In 200 si muoveranno da piazza Aldo Moro per raggiungere piazzetta Italo Balbo. «Dal momento che l’amministrazione comunale si è dimostrata sorda ai nostri appelli, ci rivolgiamo direttamente al ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico, Luigi Di Maio», dichiara Luigi Spinelli, uno dei lavoratori socialmente utili in protesta.

LE RICHIESTE – «Da oltre 20 anni siamo impiegati presso il Comune di Pozzuoli in svariati servizi fondamentali per la città, ma viviamo in una situazione di costante incertezza; non abbiamo una minima garanzia sul nostro futuro, così non possiamo continuare a vivere», tuonano gli operatori.  In accordo con i consiglieri comunali grillini Antonio Caso e Domenico Critelli, al termine della manifestazione, gli operatori incontreranno il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Gennaro Saiello. Si discuterà dei problemi locali e di possibili prospettive di internalizzazione negli enti locali degli operatori Lsu.