POZZUOLI – Dopo l’intervento delle squadre comunali avvenuto la settimana scorsa, è continuata nel week end l’operazione di pulizia e risistemazione della spiaggia libera di Licola grazie all’iniziativa promossa dall’Associazione “Licola Mare Pulito”. Le mareggiate dei mesi scorsi non solo hanno portato sulla spiaggia un’enorme quantità di rifiuti di tutti i tipi, provenienti per la maggior parte dal vicino alveo Camaldoli, ma hanno provocato anche l’erosione dell’arenile con la formazione di veri e propri gradoni che si sta provando ad eliminare.

I VOLONTARI – Soddisfatto il Presidente dell’Associazione, Umberto Mercurio, che tuttavia continua a richiedere maggiore attenzione e coinvolgimento delle Istituzioni per far fronte alle diverse situazioni di abbandono e degrado presenti lungo tutto il litorale. «In totale abbiamo rimosso oltre 200 sacchi di rifiuti tra plastica e soprattutto materiali arrivati dal mare e abbiamo steso la sabbia per rendere la spiaggia più uniforme. Ora abbiamo bisogno di una ruspa, ci auguriamo che nei prossimi giorni l’assessore all’ambiente Zabatta tenga fede all’accordo preso inviandoci i mezzi che ci avevano promesso». Inoltre, proprio in prossimità della spiaggia libera, in via Dentice, è presente su suolo provato una mini discarica a cielo aperto per cui si chiede da tempo di intervenire.