Parcheggiatore abusivo opera indisturbato in Piazza della Repubblica.

POZZUOLI – Se con l’ordinanza sindacale voluta dal nuovo sindaco era stata dichiarata guerra ai parcheggiatori abusivi, dopo ieri si può affermare con certezza che la prima battaglia è stata vinta proprio da loro. Il sabato appena trascorso, infatti, ha rappresentato il primo banco di prova per i nuovi provvedimenti intrapresi dal sindaco Figliolia che, lo ricordiamo, vietano su tutto il territorio puteolano qualsiasi forma di abusivismo e punisce gli esercizi commerciali conniventi. Ma nonostante la fermezza dell’ordinanza il bilancio è negativo.

VIGILI URBANI – Come era stato annunciato, da questo week-end sono stati prolungati i turni di lavoro dei vigili urbani rimasti in strada ben oltre la mezzanotte. In più parti della città era possibile notare pattuglie, in moto o in auto, impegnate nella regolarizzazione della viabilità, coadiuvati dagli ausiliari del traffico. Ma questa maggior presenza non è bastata a mettere in fuga i parcheggiatori abusivi che impavidi e determinati hanno sfidato l’ordinanza operando nonostante la presenza dei vigili urbani. Piazza della Repubblica, via Roma, porto, lungomare di via Napoli, Arco Felice, via Campi Flegrei e Lucrino. Queste le zone più colpite dal fenomeno e dove anche ieri sera i soliti personaggi, ormai noti, hanno operato con la disinvoltura di sempre.

Abusivi in azione

UNA FIGURA CHE NON FA PAURA – Ma cosa vuole dire tutto questo? La deduzione non può che essere una: ormai la figura del vigile urbano non evoca nessun timore, probabilmente anche a causa del loro armamento e al quale si aggiunge, in ogni caso, l’esistenza di leggi pochi restrittive. Una deduzione che ne produce un’altra ancora più preoccupante: se il problema è la bassa credibilità, agli occhi degli abusivi, di coloro che sono preposti al controllo e alla sicurezza della città, nessuna legge e nessuna ordinanza potrà mai nulla contro questa piaga se non si cambia quello che è l’attuale modus operandi e si mettono in atto azioni mirate e concrete.

RIMOZIONI – Da segnalare la presenza dei carri-attrezzi che sin dalle 20 hanno provveduto a rimuovere le auto in sosta selvaggia facendo la spola dal centro al deposito. Ma a nulla serve se per trasferire l’auto rimossa al deposito di via Campana bisogna affrontare un’ora di traffico: il vuoto lasciato dall’auto rimossa viene prontamente colmato da un’altra, e così via fino a quando con l’allontanarsi dei vigili l’ultima auto riesce, per sua fortuna, finalmente a parcheggiare.

FIGLIOLIA – Una situazione a cui non sembra esserci un’immediata soluzione e che rappresenta una delle priorità da affrontare per la nuova amministrazione Figliolia alla luce anche del forte senso di abbandono provato dai cittadini. Tra le ipotesi al vaglio azioni anche impopolari; sono infatti allo studio la possibilità di istituire targhe alterne e ZTL per ridurre il flusso di auto in entrata. Provvedimenti che però dovranno essere prima essere discussi in consiglio comunale. Intanto tra le strade della movida puteolana l’inferno si ripete ogni sera.

ALESSIO GAMBARDELLA
[email protected]