Un parcheggiatore abusivo in azione nella zona del porto di Pozzuoli

POZZUOLI –  Ancora parcheggiatori abusivi che minacciano gli automobilisti. L’ultimo caso domenica sera in via Campi Flegrei all’esterno di una caffetteria dove due posteggiatori avevano intimato a due amici di pagare 5 euro per la sosta della loro automobile, per evitare spiacevoli conseguenze. Minacce alle quali i due si sono opposti, arrivando alle mani con i due parcheggiatori che sono poi stati arrestati dai Carabinieri della stazione di Pozzuoli. A finire in manette Salvatore Ciotola, 27 anni, residente a Pozzuoli e Domenico Ilardi, 35 anni, anch’egli puteolano e già noto alle forze dell’ordine.

5 EURO PER LA SOSTA –  I due parcheggiatori abusivi, che presidiavano i marciapiedi all’esterno del locale, avevano intimato alla coppia di amici, un 27enne e a un 38enne del luogo il pagamento di 5 euro quale prezzo per la sosta della loro auto via paventando spiacevoli e imprecisate conseguenze per il veicolo in caso di mancato pagamento. A quel punto i due amici, per nulla intimoriti dalle minacce si opponevano con resistenza al ricatto reagendo e arrivando alle vie di fatto con i due parcheggiatori. Dalle parole si passava ai fatti e in pochi secondi si scatenava un parapiglia tra i 4 che veniva notato da una pattuglia di carabinieri che si trovava in zona per un servizio di controllo sul territorio i quali intervenivano per sedare la rissa, bloccavano i quattro che venivano ascoltati dai militari.

ARRESTATI –  Sentite le ragioni del litigio, i militari provvedevano ad arrestare Salvatore Ciotola e Domenico Ilardi per tentata estorsione e altri reati collegati. I due sono in attesa di essere processati per direttissima. Una piaga quella dei parcheggiatori abusivi che sembra non arrestarsi sul territorio puteolano. Secondo una stima sarebbero almeno 100 i posteggiatori abusivi che quotidianamente sono al lavoro su tutto il territorio, nonostante la continua azione repressiva messa in atto da parte delle forze dell’ordine. Particolarmente prese d’assedio le zone di via Napoli e del porto di Pozzuoli di notte, e la zona di “Largo Palazzine” e le aree esterne agli uffici pubblici di giorno.

GENNARO DEL GIUDICE