Le operazioni di pulizia lungo il Lago D'Averno

POZZUOLI – La carcassa di un motociclo, uno scaldabagno, copertoni, indumenti, bottiglie di plastica a volontà e addirittura un sacchetto contenente farmaci scaduti. E’ quanto hanno trovato questa mattina gli addetti alla rimozione dei rifiuti del Comune di Pozzuoli e una quindicina di volontari che sono interventi in una operazione di bonifica coordinata al lago d’Averno. L’intervento era stato organizzato dall’assessore all’Igiene Urbana Franco Cammino su specifica richiesta di due ragazze che frequentano abitualmente il lungolago per fare jogging e che si erano imbattute in alcune tartarughe rimaste prigioniere dei rifiuti ai margini dello specchio d’acqua.

DISPONIBILITA’ – L’amministrazione ha messo a disposizione dei volontari delle speciali pinze per prelevare rifiuti dall’acqua, rastrelli, retini, guanti e contenitori per la raccolta differenziata. “Sono assolutamente soddisfatto, soprattuto per la disponibilità e il senso civico manifestato da questi giovani cittadini – ha dichiarato l’assessore Franco Cammino – Sono stati raccolti tanti di quei rifiuti, soprattutto bottiglie di plastica, che abbiamo riempito diversi contenitori. Sicuramente sarà un’esperienza da ripetere, anche perché è stato bonificato soltanto un terzo del lago e occorrerà ritornarci. Ringrazio tutti quelli che sono intervenuti, che hanno dimostrato di avere grande rispetto per l’ambiente e il bene comune”.

LE FOTO

[cronacaflegrea_slideshow]