Istituito a Pozzuoli il "Banco Alimentare" per 250 famiglie disagiate

POZZUOLI – La Giunta comunale di Pozzuoli ha approvato una delibera che pone in essere una serie di iniziative di contrasto alla povertà, drammaticamente in aumento nella città flegrea. Pertanto, l’amministrazione comunale ha inteso, in questo modo, istituire mediante sottoscrizione di un accordo con la Fondazione Banco Alimentare onlus con sede a Milano, il Banco Alimentare di Pozzuoli che sosterrà mensilmente 250 nuclei familiari che versano in condizioni di indigenza, attraverso la distribuzione di derrate alimentari e beni di prima necessità da maggio a dicembre prossimo con possibilità di rinnovo per il 2014. I Servizi sociali del Comune provvederanno a redigere entro il 10 maggio l’elenco delle famiglie considerate particolarmente disagiate, in base ai criteri stabiliti da apposito regolamento. Controlli particolarmente rigidi, per scongiurare ipotesi di truffe, sono previsti per coloro che presenteranno una situazione reddituale pari a zero.

IL SINDACO E LA POVERTA’ – «Viviamo sul nostro territorio un momento di particolare e acuta crisi economica, che ha i suoi risvolti negativi anche in termini sociali – sottolinea il sindaco Vincenzo Figliolia – La costituzione del Banco Alimentare di Pozzuoli per 250 nuclei familiari (che in media dovrebbe raggiungere almeno un migliaio di persone) pur non essendo ovviamente uno strumento risolutivo dei problemi registrati dai nostri servizi sociali, costituisce un primo valido aiuto alleggerendo le spese delle famiglie in modo da liberare risorse economiche da poter destinare ad altre importanti spese sociali quali acquisto dei libri scolastici o spese mediche. Pur nelle enormi difficoltà di bilancio, il Comune di Pozzuoli prosegue sulla linea tracciata dell’aiuto sistematico e concreto a quella parte di comunità locale più in difficoltà, come disoccupati, ragazze-madri, minori a rischio».

SOSTEGNO AI CITTADINI –  «L’attuale situazione economica del nostro Paese registra un significativo impoverimento delle famiglie, molte delle quali si trovano in condizioni di estrema povertà – dice l’assessore alle Politiche Sociali, Teresa Stellato. – Una situazione che impone eticamente al Comune di adottare misure idonee al sostegno dei cittadini. Con questo progetto saranno raccolte le eccedenze alimentari, che sarebbero state sprecate, per essere reimmesse in un circuito virtuoso con la distribuzione dei pacchi alimentari alle famiglie di Pozzuoli attraverso il Banco Alimentare e le associazioni di volontariato in possesso dei requisiti richiesti dalla Fondazione Banco Alimentare onlus».