L'assemblea pubblica di sindacati, associazioni e cittadini

POZZUOLI – Disoccupazione, lotta al lavoro nero, valorizzazione dei beni archeologici e culturali, sostegno ai diversamente abili, avviamento dei lavori per i progetti “Grandi Laghi” e “Piu Europa”, questi e tanti altri i temi trattati oggi durante l’assemblea pubblica e congiunta dei Sindacati Cgil, Cisl e Uil dell’area flegrea. Al Mercato Ittico di Pozzuoli sala gremita, circa 150 i presenti, vari gli interventi, proposte e riflessioni. A presiedere l’incontro: Patrizia D’Angelo responsabile Cgil Pozzuoli; Giuseppe Esposito Cisl Pozzuoli; Giovanni Visone Uil Pozzuoli; Federico Libertino segretario generale Cgil Camera del Lavoro metropolitana di Napoli; Gianpiero Tipaldi Cisl e Fulvio Bartolo Uil, entrambi area metropolitana di Napoli. «Oggi è un incontro che abbiamo voluto con la città, dobbiamo puntare al rilancio del welfare, al rilancio del territorio che porti soprattutto lavoro ai giovani – spiega Patrizia D’Angelo, segretario Cgil Pozzuoli – la  nostra terra è feconda di potenzialità, ha una fabbrica di ricchezza e cultura che vanno incrementate. Tutti i sindaci dell’area flegrea devono concertare con i cittadini e le associazioni per agire insieme per il rilancio e lo sviluppo del territorio».

La platea all'assemblea convocata dai sindacati

NOVE PUNTI SU CUI AGIRE – Vari i punti su i quali la Triplice sindacale si è soffermata per analizzare la situazione economica e sociale: Utilizzo corretto e strategico dei fondi “Piu Europa”, “Grandi laghi” e per la riqualificazione e riapertura e destinazione d’uso del Rione Terra; rilancio del welfare locale attraverso le risorse europee (PAC) per l’infanzia, l’assistenza ai non autosufficienti e il potenziamento dei centri sociali e di aggregazione giovanile; valorizzazione della risorsa mare e spiagge e gestione dei siti archeologici e dei beni ambientali finalizzate ad un turismo sostenibile, culturale e a stanziale; sostegno, anche con interventi infrastrutturali, alle attività tradizionali del territorio (pesca, agricoltura, artigianato e produzioni tipiche locali).

POLITICA CONTRO EVASIONE FISCALE – Lotta agli sprechi e all’evasione fiscale, uno dei punti fondamentali che ha acceso gli animi e ha puntato l’attenzione all’amministrazione comunale di Pozzuoli.  «Tra le criticità di questa terra ce ne è una ben nota proprio al nostro Primo cittadino e riguarda la macchina comunale e la gestione dell’Ente – dichiarano le tre sigle sindacali – il nostro pensiero è semplice: basta agli sprechi, alle esternalizzazioni, alle consulenze esterne e concentriamoci a risanare il bilancio con una politica fiscale che colpisca la morosità e l’evasione, a cominciare da quelli legati all’occupazione e fruizione del patrimonio pubblico».

Le bandiere dei sindacati all'ingresso del Mercato Ittico di via Fasano

5MILA I DISABILI A POZZUOLI NON TUTELATI – Appello all’amministrazione comunale targata Figliolia anche da parte dell’associazioni a tutela dei diversamente abili. «A Pozzuoli ci sono 5mila disabili – dicono – necessitano di strutture per poter vivere pienamente la loro città». Richiamo al primo cittadino puteolano anche da parte di Cisl Fp area Flegrea, concitato e veemente l’intervento del responsabile Giovanni Capuano: «Esca dalla sua stanza il sindaco Figliolia, una città va amministrata stando in strada con i cittadini, parlando con loro e con le associazioni. Che il nostro grido di protesta arrivi anche al sindaco di Bacoli, Monte di Procida, e commissari vari, affinché capiscano che non si governa da soli, dobbiamo agire insieme per uscire da questa crisi occupazionale, fiscale, culturale, assistenziale».

ANNULLATA RIUNIONE FORUM GIOVANI – Situazione di isolamento anche quello provato dai rappresentanti delle associazioni giovanili come quella dei “Diversamente Giovani”, che parla dell’area flegrea come una “terra di fuochi” che incendia i diritti dei cittadini ma al contempo è alimentata dalla fiamma delle nuove generazioni «se solo ci dessero però – sottolinea – la possibilità di contribuire al miglioramento della città». Incalzato da una dei 25 rappresentati del Forum Giovani, Stefania Manfredi che ha incentrato il suo intervento su una serie di domande poste all’amministrazione comunale di Pozzuoli, soprattutto sul perché la loro seconda riunione prevista per oggi a Palazzo Migliaresi si stata annullata senza motivo.

 

VIOLETTA LUONGO

LE FOTO (di Angelo Greco)

[cronacaflegrea_slideshow]