Il pacco alla camorra, iniziativa della cooperativa Nco, Libera e comitato Don Peppe Diana

POZZUOLI – Anche Pozzuoli fa un “pacco alla camorra”. È il progetto che vede coinvolte 16 imprese, tra cui cooperative sociali, aziende che hanno denunciato il racket e associazioni promosse dal Comitato Don Peppe Diana. L’iniziativa intende promuovere una filiera produttiva etica partendo dalle attività sociali sorte proprio nei luoghi che una volta erano simboli di violenza e di sopraffazione e oggi, invece, sono rinati a nuova vita grazie alla collaborazione tra le istituzioni e tutte le realtà sociali del territorio. È un pacco, di cartone e di idee, con dentro prodotti genuini e veraci del territorio campano, tutti provenienti da beni confiscati alla camorra.

DIBATTITO – Sensibilizzazione della popolazione, creazione di un coordinamento stabile e aperto tra soggetti, stimolare la discussione, il dibattito, l’incontro con esperti del settore, questi alcuni degli obiettivi che saranno affrontati domani, 17 dicembre, alle ore 17, all’iniziativa del “Tavolo della Cultura e della Pace”: Facciamo un pacco alla camorra 2013, che si terrà al polo culturale di palazzo Toledo a Pozzuoli.  Oltre al sindaco, Vincenzo Figliolia, interverranno Peppe Pagano (Nco), Luigi Cuomo (Nuova Quarto Calcio per la Legalità), Carmen Del Core (referente Libera – Campi Flegrei), Luigi Saccenti (Banca Popolare Etica), Rosario Mattera (Malazè Campi Flegrei a Tavola).