L'assessore alle Attività Produttive del Comune di Pozzuoli, Carlo Morra

POZZUOLI – Manca quasi un mese a Natale ma le sorprese non si fanno attendere. Un incontro, tra le associazioni dei commercianti e l’assessorato alle Attività Produttive del Comune di Pozzuoli, che avrebbe dovuto avere la finalità di programmare le prossime iniziative natalizie della città, è stato invece la scoperta da parte dell’Assessore competente, Carlo Morra, di un’organizzazione già in atto di cui ignorava l’esistenza. L’incontro è stato interrotto dallo stesso Assessore in attesa di un chiarimento. Episodio che ha disturbato Morra che starebbe anche meditando le proprie dimissioni. Contattato dalla nostra redazione non ha voluto rilasciare alcuna dichiarazione ufficiale senza però smentire i possibili risvolti politici legati alla vicenda.

SCONCERTO DELLE ASSOCIAZIONI – Uno stato di stupore e confusione espresso tramite un comunicato dalle associazioni sindacali di categoria, Ascom, Unimpresa, Confesercenti, Casartigiani, Cna e Confimprenditori, i cui rappresentati oggi pomeriggio si sono recati al Comune per ottenere da Morra notizie ufficiali in merito alle tante iniziative che a breve dovrebbero partire a Pozzuoli. «Esprimiamo sconcerto per quanto accaduto oggi – scrivono nella nota le sigle sindacali – quando abbiamo richiesto all’assessore notizie ufficiali in merito alle tante iniziative poste in essere dall’Amministrazione comunale per il periodo natalizio, e di cui si è venuto a conoscenza solo in modo ufficioso e casuale, vedi l’installazione di casette di legno destinate alla vendita di non si sa cosa, il proliferare di autorizzazioni concesse per l’attuazione di nuovi mercatini, e la realizzazione di eventi programmati, alle scriventi Associazioni sindacali veniva comunicato dall’Assessore alle Attività Produttive signor Carlo Morra, di non essere a conoscenza di nulla di quanto esposto e che eventuali decisioni erano state prese arbitrariamente a sua insaputa da altri componenti dell’Amministrazione. A questo si aggiunga che in tema di viabilità ed aree sosta, a tutt’oggi non si è stati messi ancora a conoscenza di eventuali dispositivi programmati dall’Amministrazione comunale in occasione delle prossime festività natalizie».

PROCLAMANO LO STATO DI AGITAZIONE – «Così come nulla ancora si conosce, nonostante le nostre continue sollecitazioni, in merito all’avvio, la durata, la pianificazione dei lavori di rifacimento inerenti il Centro Storico e le altre parti del territorio cittadino interessate ai lavori di riqualificazione. Le scriventi Associazioni sindacali di categoria, ritengono – aggiungono nel comunicato – che soprattutto in questo grave momento di congiuntura economica, temi così delicati e capaci di incidere tangibilmente sul futuro occupazionale ed economico della città, meritino una più attenta e responsabile riflessione e confronto tra le parti. A fronte di quanto esposto e stante al preoccupante scollamento in seno all’Amministrazione comunale emerso nel corso dell’odierno incontro, queste Associazioni sindacali di categoria proclamano ad horas lo stato di agitazione sindacale».