Un piccolissimo triangolo verde scampato al fuoco
Un piccolissimo triangolo verde scampato al fuoco

POZZUOLI – Una facciata della montagna completamente arsa, nuvole di fumo che ancora si alzano da qualche residuo dell’incendio che tra il pomeriggio e la notte di ieri ha devastato il Monte Barbaro e il Monte sant’Angelo. Questo lo scenario quasi lunare che arriva dopo il rogo durato oltre 12 ore, scoppiato nel primissimo pomeriggio ieri e che all’inizio non aveva destato particolari preoccupazioni, per poi ingrossarsi col passare delle ore gettando nel panico chi ha visto le proprie abitazione lambite dal fuoco.

CONSUETUDINE ESTIVA – Ormai è diventata una triste consuetudine estiva il rogo sul Monte Barbaro, una montagna che non si presta nemmeno alle mire di chi dagli incendi potrebbe ottenere giovamento. Infatti gli ettari andati in fumo sono inutilizzabili per l’agricoltura o la pastorizia.

ANCORA ALL’OPERA I CANADAIR – Nonostante l’incendio sia stato ormai domato da questa mattina non si sono fermati i voli dei canadair, che stanno gettando ancora acqua sulla montagna. Verosibilmente per scongiurare qualsiasi brace ancora attiva sotto le ceneri, braci che ove ce ne fossero potrebbe riproporre il rogo al primo innalzamento di vento.

LE FOTO