POZZUOLI – Era nell’aria da qualche mese, ma poche ore fa è arrivata l’ufficialità del passaggio del Consigliere Comunale Mario Massimiliano Cutolo nelle fila della Lega di Salvini. A darne notizia è stato lo stesso Cutolo attraverso la sua pagina Facebook. Non ci sono state dichiarazioni, ma solo la pubblicazione di un’immagine che lo ritrae con il simbolo del carroccio e lo indica come Coordinatore per l’area flegrea. Dunque è solo questione di ore per l’ingresso ufficiale di Salvini nel Consiglio Comunale di Pozzuoli. Sia nella scorsa consiliatura, quando militava nell’UDC, che in quella attuale, con la lista “Campania Libera” del Governatore Vincenzo De Luca, Mario Cutolo era parte integrante della maggioranza Figliolia. Lo stesso Cutolo, dopo le indiscrezioni delle scorse settimane, aveva smentito un suo passaggio alla Lega, il suo ottavo cambio di casacca in pochi anni di carriera politica.

LA CACCIATA –  Non si è fatta attendere la reazione del Partito Democratico di Pozzuoli, che in un post su FB ha preso nettamente le distanze da tale scelta, definendola incompatibile con l’attuale coalizione di governo. “La scelta operata dal consigliere Cutolo è incompatibile con il proseguimento di un percorso politico congiunto ad una maggioranza di governo di centrosinistra. – ha scritto il PD, il primo partito della coalizione di governo – Le idee ed i principi politici dei quali la Lega è portatrice e dei quali quotidianamente apprendiamo dalle esternazioni del suo leader, Salvini, non troveranno mai ospitalità in una coalizione in cui è presente il Partito Democratico. Se tale notizia dovesse essere confermata, per le ragioni innanzi esposte, per il Partito Democratico il consigliere Cutolo è fuori dalla maggioranza consiliare”. Questo il testo firmato dai consiglieri comunali Vincenzo Daniele, Mimmo Pennacchio, Mariano Amirante, Salvatore Caiazzo, Marzia Del Vaglio, Maria Rosaria Testa, dal presidente del consiglio Gigi Manzoni e dai membri del direttivo Luigi Zeno, Mario Massa, Francesco Cammino, Marco Plutino, Gennaro-Ninotto Bellofiore, Andrea Pugliese ed Elio Buono. Adesso c’è da vedere come reagiranno il sindaco di Pozzuoli e le altre forze politiche di maggioranza.