Il "Parco dell'Amore"

POZZUOLI – Colpo di scena:  riapre il Parco dell’Amore. La notizia è arrivata nel pomeriggio di venerdì, quando i fratelli Riccardo e Daniele Casaletta hanno ricevuto l’ok per la riapertura  della tanto discussa “Parada de l’Amor”, chiusa lo scorso 6 giugno (ad una settimana esatta dal taglio del nastro) dal Comune di Pozzuoli per motivi burocratici. «Siamo soddisfatti del lavoro che siamo riusciti a portare avanti. Abbiamo ripresentato la Scia con i permessi che ci avevano contestato. Ora chiediamo solo di poter lavorare con la speranza che tacciano tutte le polemiche» hanno detto i fratelli Casaletta,  titolari della struttura che nei giorni scorsi avevano ripresentato la SCIA con in allegato i documenti contestati nell’atto di notifica della chiusura.

Il messaggio apparso sulla pagina Facebook de "La Parada de l'amor"

UFFICIALITA’ – La notizia della riapertura del “Parco dell’Amore” della Solfatara è apparsa nella serata di ieri anche sulla pagina Facebook de “La Parada de l’Amor” attraverso un messaggio postato dai titolari: “Con immensa gioia comunichiamo la nostra riapertura. Vi aspettiamo per continuare il nostro servizio”. Dunque, dalle 18 di sabato 15 giugno, cancelli di nuovo aperti al primo “Love Parking” nostrano riservato a coppiette in cerca di intimità.

SODDISFATTI I VERDI – «Siamo molto contenti di questo epilogo. Abbiamo sostenuto – dichiara il responsabile regionale dei Verdi Ecologisti Francesco Emilio Borrelli – sin dall’ inizio questa battaglia mettendoci contro il potere locale delle istituzioni e della Chiesa perchè ritenevamo il Parco dell’ Amore una scelta imprenditoriale moderna, socialmente utile e ambientalmente sostenibile. Tra l’ altro a detta dei titolari la struttura sorgeva in un sito dove precedentemente c’ era addirittura un inquinante rimessaggio di barche. Per quanto ci riguarda bisognerebbe realizzare sull’ intero territorio campano tanti altri parchi dell’ amore per avere luoghi sicuri, protetti e puliti dove le persone ed in particolare i ragazzi possano appartarsi senza spendere quasi nulla. Adesso però bisogna dire basta alle polemiche e lasciare lavorare in pace questi giovani imprenditori».

PROGETTO CITTADELLA – «E’ tempo di essere uniti e di lavorare assieme anche all’ amministrazione – conclude il capogruppo del Sole che Ride al consiglio comunale di Pozzuoli Paolo Tozzi – per realizzare la cittadella dei Giovani.  Se il Sindaco porterà avanti come promesso questo progetto saremo ben lieti di sostenerlo. L’ ambientalismo moderno difende il territorio ma sostiene anche l’ imprenditoria giovanile ecosostenibile. Mai più saremo un partito proteso solo al no sempre e comunque».

 

GENNARO DEL GIUDICE