Lo scandaloso stato del manto erboso del Conte

di Antonio Carnevale

POZZUOLI – Anche il Rione Terra eleva il suo grido di protesta in merito al pessimo stato del campo di gioco (spalti compresi) dello stadio “Domenico Conte” di Arco Felice. La società del presidente Di Bonito, realtà che frequenta e anima (pagando puntualmente) la struttura da circa 10 anni, vuole mandare un messaggio chiaro all’Amministrazione affinché le cose migliorino. Nonostante siano molte le squadre a giocarci ogni fine settimana (oltre al Rione Terra, la due Puteolana 1902 e 1909 che battagliano anche loro rispettivamente D e in Eccellenza) alcun segno di manutenzione del terreno di gioco è riscontrabile. A peggiorare la situazione è il clima invernale che di certo non aiuta una ricrescita naturale dell’erba.

 

LA VOCE DEI PROTAGONISTI – Nel post della vittoriosa gara di domenica lo sfogo di mister Perna, perplesso sulle condizioni del rettangolo di gioco: «Il campo è ai limiti della praticabilità, giocare palla a terra è impossibile inoltre è elevato il rischio di infortuni per i calciatori, costretti a fare i conti con le zolle più che con gli avversari». Ma anche i protagonisti in campo non ci stanno e le parole di Ginestra racchiudono il pensiero di tutta la squadra: «ll “Conte” ormai versa in condizioni disastrose. Auspichiamo l’intervento dell’Amministrazione, di questo passo il calcio rischia di sparire dalla nostra città – il capitano poi continua chiedendo rispetto – Conosco bene il presidente Di Bonito, grazie a lui si è costruita questa bella realtà, dalla terza categoria ora in Promozione. Non ci ha fatto mai mancare nulla, ha investito e sta investendo energie e denaro, il Comune deve la dovuta considerazione, almeno consentendo di giocare su un terreno di gioco accettabile».