di Angelo Greco

Pasquale Izzo è uno degli arrestati
Pasquale Izzo è uno degli arrestati

POZZUOLI – Ha investito anche la Puteolana 1902 il terremoto che dalle prime luci dell’alba sta sconvolgendo il calcio di Serie D e Lega Pro. Pasquale Izzo, a lungo capitano dei granata e Emanuele Marzocchi, che ha lasciato la squadra a dicembre, sono stati arrestati nell’ambito dell’operazione “Dirty Soccer”, l’inchiesta coordinata dalla Dda di Catanzaro e condotta dalla squadra mobile e dallo Sco di Romache, che indaga su presunti illeciti nei campionati di D e Lega Pro. Settanta indagati, ben 50 fermi ed almeno 30 squadre coinvolte (tra cui c’è ovviamente la Puteolana).

 

LA PUTEOLANA – Con due calciatori finiti in manette i granata entrano a pieno titolo nell’indagine, quanto meno per responsabilità oggettiva e potenziale omessa denuncia, ove si dimostrasse che la Puteolana sapesse di questi “giochetti” messi in campo dai due calciatori. Tra le gare maggiormente indiziate ci sarebbe a questo punto Brindisi – Puteolana vinta dai pugliesi per 1-0.

 

L’INDAGINE – Coinvolti nell’indagine “pezzi da 90” del calcio minore del sud, tra cui i presidenti di Brindisi e Neapolis e diversi calciatori importanti. Secondo gli inquirenti la rete che gestiva il fenomeno delle gare truccate coinvolgeva, oltre che a personaggi dell’Est Europa (come già accaduto per l’indagine che ha coinvolto la Serie A) anche alcuni esponenti delle cosche locali.