Via Pietrarse, strada dove è stata assaltata la villetta del 68enne

POZZUOLI – Assalto in villa ieri mattina a San Vito, zona di campagna alla periferia di Pozzuoli. In tre, armati di arnesi da scasso, intorno alle 8 sono penetrati all’interno di un’abitazione in via Pietrarse e dopo aver scassinato la porta d’ingresso hanno preso in ostaggio un pensionato di 68 anni immobilizzandolo con un cacciavite puntato alla gola. A quel punto, i malviventi sono riusciti ad impossessarsi di circa 800 euro che l’anziano custodiva nella stanza da letto.

 

LE URLA – Ma durante le fasi concitate della rapina il 68enne è riuscito a liberarsi e urlando ha attirato l’attenzione dei vicini familiari che sono accorsi in suo aiuto. A quel punto è nata una colluttazione mentre sul posto intervenivano i Carabinieri che, poco dopo, hanno catturato tutti e tre i rapinatori. Il primo, Pavlioglo Andrey Georgievich, bulgaro di 30 anni, è stato trovato a terra, in una pozza di sangue, dai carabinieri accorsi sul posto: l’uomo, nel tentativo di fuga, stava tentando di scavalcare il cancello della villa quando è rimasto trafitto nell’arcata delle gambe. Il secondo, Ilia Darchia, georgiano di 35enne,  è stato preso qualche minuto dopo nelle campagne della zona, dove si era nascosto.

 

LA CACCIA ALL’UOMO –  Mentre il terzo, Gricoriev Nicola, ucraino, 22enne  è stato preso circa un’ora dopo a seguito di serrata attività di ricerca condotta dagli uomini della Compagnia, del Nucleo Operativo e della Stazione di Pozzuoli diretti dal Capitano Elio Norino. Il 22enne è stato catturato lungo via Campana mentre attendeva l’arrivo di un taxi o di un mezzo pubblico, al termine di un’autentica caccia all’uomo avviata con il supporto di altre pattuglie durante ricerche estese anche nelle vicine stradine. Il rapinatore  è stato dichiarato in arresto poco dopo perché riconosciuto dalla vittima e da altre persone che l’avevano visto allontanarsi. Durante il successivo sopralluogo in zona e la perquisizione personale ai danni dei tre, i carabinieri hanno sequestrato il cacciavite usato per minacciare l’anziano, tre calze di nylon, un berretto con visiera e arnesi atti allo scasso. Il rapinatore ferito è stato soccorso e trasportato all’ospedale “Santa Maria delle Grazie” di Pozzuoli dove i medici l’hanno sottoposto a intervento chirurgico disponendo il ricovero (l’uomo non è in pericolo di vita ed attualmente è in stato di piantonamento), mentre gli altri due rapinatori sono stati trasferiti nel carcere di Poggioreale.

 

GENNARO DEL GIUDICE

 

LE FOTO DEI MALVIVENTI

[cronacaflegrea_slideshow]