POZZUOLI – Esultano maggioranza e amministrazione dopo l’ok in consiglio comunale che porterà alla realizzazione di un importante area di scambio in via Terracciano, un’opera da 54 milioni di euro prevista dal Piano intermodale dell’Area Flegrea e che prevede 1300 posti auto.

IL SINDACO FIGLIOLIA – «Oggi è una giornata importante – sottolinea il sindaco Vincenzo Figliolia – Abbiamo sancito la conclusione di un processo di valorizzazione costruito negli anni e che questo consiglio comunale sta portando a termine. Ringrazio tutti i componenti dell’assemblea e quanti hanno lavorato affinché giungessimo a questo risultato. Ne sono orgoglioso prima come cittadino poi come sindaco. Non è un voto dato all’amministrazione Figliolia ma alla città, al futuro di Pozzuoli. Ora il tema è fare presto, aprire il tunnel di collegamento Tangenziale-Porto e giungere al completamento del braccio commerciale, per l’attracco dei traghetti, in via Fasano, cosa che ci permetterà di decongestionare il centro storico e l’attuale area portuale, dove continuano ad esserci file interminabili di auto e camion a discapito della qualità della vita dei nostri cittadini. Stiamo riscrivendo la storia della nostra Pozzuoli».

“GRANDE AREA VERDE” – Gli fa eco l’assessore al Governo del Territorio Roberto Gerundo, entrando più nei dettagli e spiegando che verrà realizzata anche una grande area verde: «Quest’opera rientra nella disponibilità del Comune di Pozzuoli. Siamo riusciti a reindirizzare il progetto affinché l’area, da sostegno alla mobilità per le isole diventasse funzionale allo sviluppo della città. Oltretutto, il complesso sarà anche un centro operativo di protezione civile, utilizzato in caso di eventi sismici come area di attesa, di ammassamento dei mezzi delle forze dell’ordine e di allestimento di un ospedale di campo».

L’OPPOSIZIONE: “BASTA CON LE MANI SULLA CITTÀ” – Eppure, l’opposizione ha attaccato duramente su quanto e come operato fin qui dall’amministrazione:  Così i consiglieri Raffaele Postiglione  di Pozzuoli ORA!, assieme ai colleghi Domenico Critelli e Antonio Caso del Movimento 5 Stelle: «Quanto sta accadendo è inaccettabile e vergognoso, oltre che essere palesemente contro le norme. Il Sindaco Figliolia mostra ancora una volta di non avere nessun rispetto per il Consiglio Comunale, per il ruolo e le prerogative dei Consiglieri e per i cittadini tutti. Nella seduta di oggi (svoltasi nella mattinata del 12 febbraio, ndr) saremo chiamati a ratificare decisioni già prese dallo stesso primo cittadino in accordo con quegli stessi “poteri forti” che un tempo combatteva duramente e con cui adesso va a braccetto. Non ci è stata data possibilità di esaminare tutti gli atti e decidere sull’utilizzo dei 54 milioni. Insomma una vera e propria farsa a cui si presteranno gli yesman della maggioranza, a cui noi diciamo NO con forza. Abbiamo inviato un altro esposto al Prefetto e chiesto un incontro urgente. Che ben vengano i 54 milioni di euro, ma è necessario che questi soldi siano spesi bene, nell’interesse della collettività e non a vantaggio di pochi. Sono quasi 40 anni che il nostro territorio subisce scelte calate dall’alto, che estromettono completamente i cittadini ed i loro rappresentanti dalle decisioni importanti che stanno segnando profondamente il futuro del nostro territorio. Centinaia e centinaia di milioni di euro (ben oltre il miliardo), gestiti attraverso general contractor, con poteri straordinari, in deroga a tutte le normative vigenti, che forse avevano un senso nella fase post bradisismica del 1984, ma che oggi non hanno più motivo di essere. A ben vedere, tutto ciò non ha nemmeno prodotto grandi benefici per la comunità anche se qualcuno si è arricchito. Basta con “le mani sulla città”».