In via Vecchia San Gennaro

POZZUOLI – Finestrini rotti, pneumatici rubati e decine di denunce che coprono le scrivanie delle forze dell’ordine. È l’istantanea di un periodo difficile. Un momento in cui l’allarme microcriminalità è alle stelle. L’area finita nel mirino dei malviventi è quella del centro storico, del lungomare Pertini e dei quartieri periferici. Sono questi i territori maggiormente colpiti da raid vandalici e da furti all’interno delle macchine in sosta. Un incubo per i residenti ma anche per i turisti: i colpi hanno ormai una cadenza quotidiana a Pozzuoli. Sono decine le auto prese di mira dai vandali e dai ladri nelle ultime settimane. Un fenomeno non nuovo ma che sta mettendo in allerta sia gli abitanti della zona che i titolari delle attività commerciali per la frequenza di simili avvenimenti. Poche ore fa è toccata ad un gruppo di turisti francesi in vacanza a Pozzuoli: i banditi hanno distrutto il finestrino del veicolo parcheggiato in via Vecchia San Gennaro per rubare quanto presente all’interno dell’abitacolo.

A via Napoli

IL GRIDO D’ALLARME – Le forze dell’ordine, che da tempo stanno cercando di mettere un freno all’escalation di reati predatori, provano a contrastare la microcriminalità. Gli episodi registrati sono, però, così numerosi che non sempre vengono denunciati. La pressione sul territorio si avverte. I residenti chiedono aiuto alle istituzioni: le vittime dei furti auspicano ad ogni modo che si provveda con l’installazione di nuove telecamere nelle aree più colpite in modo che quantomeno possano fungere da deterrente.