L'autocompattatore sequestrato

POZZUOLI – Dal mare avevano avvistato a bordo del traghetto proveniente da Ischia, il camion carico di rifiuti. In pochi minuti dalle motovedette partiva la segnalazione alla capitaneria di porto di Pozzuoli che procedeva all’invio di una task force di militari, insieme a personale dell’Asl giungeva sulla banchina per controllare e fermare il mezzo. Aperto il portellone del traghetto giungeva la conferma di quanto visto dal mare: l’autocompattatore perdeva percolato. A quel punto scattava il sequestro del mezzo e l’evacuazione della zona, che veniva bonificata.

L’OPERAZIONE –  Il mezzo perdeva ingenti quantità di “colaticcio” maleodorante e dannoso per l’igiene pubblica. L’operazione è scattata alle prime ore del mattino, durante i quotidiani controlli agli imbarchi e sbarchi dalle isole, finalizzati alla verifica del rispetto delle normative vigenti in materia di sicurezza della navigazione e portuale. Gli uomini del comandante Caterina Piccirilli, avvistavano a bordo del traghetto un autocompattatore trasportante rifiuti, proveniente dal porto di Casamicciola Terme. Immediatamente i militari a bordo delle due radiomobili allertavano il comandante.

Turisti allontanati dalla banchina

TURISTI ALLONTANATI DALLA BANCHINA – Insieme al personale dell’Asl Na2 di Pozzuoli, dopo aver verificato l’effettiva perdita di materiale maleodorante, i militari facevano allontanare i turisti in fila per gli imbarchi. Mentre il mezzo, inavvicinabile per le cattive esalazioni dovute anche al caldo estivo, veniva messo sotto sequestro.

DENUNCIATI I RESPONSABILI – Successivamente i militari, dopo le fasi operative sul porto, si dirigevano negli uffici di polizia giudiziaria dell’ufficio circondariale marittimo puteolano per continuare le operazioni intraprese e  deferire all’autorità giudiziaria i responsabili. E avviando anche tutte le procedure amministrative per consentire l’immediata disinfezione e pulizia del  tratto di banchina dalla chiazza di colaticcio sversato a terra, ancor più urgente in considerazione del transito di migliaia di turisti sul porto di Pozzuoli in questi giorni estivi.

PORTO E TRAGHETTO BONIFICATI – L’autorità marittima e i funzionari dell’Asl imponevano anche al traghetto che aveva trasportato l’autocompattatore idonee procedure per la bonifica e disinfezione della stessa nave, anch’essa interessata dallo sversamento del mezzo, prima di consentirne la nuova partenza dal porto.

CONTROLLI – I militari diretti dal comandante Piccirilli, soprattutto nel periodo estivo in cui i flussi di passeggeri aumentano considerevolmente, hanno rinforzato le squadre di vigilanza e polizia marittima, per assicurare che tutte le operazioni di imbarco e di sbarco a Pozzuoli avvengano in piena sicurezza  e nel rispetto delle norme vigenti, anche in materia di salute pubblica.