Il Comune di Qiuarto

QUARTO – Tutti i dati sensibili e i software strategici e gestionali del Comune di Quarto sono salvati in cloud e sono tornati pienamente operativi tutti i servizi rivolti ai cittadini, temporaneamente fermi per consentire il passaggio alla nuova tecnologia più efficace e sicura. Ad annunciarlo è stato poche ore fa il primo cittadino, Antonio Sabino. «Con i tecnici del Settore ICT abbiamo lavorato per molte settimane e oggi otteniamo un risultato enorme, che ci porta ad essere tra i primi 30 Comuni in tutto il Sud Italia con meno di 100mila abitanti a portare a costo zero in cloud tutti i servizi e i nostri server – dice il sindaco di Quarto – Questo significa che i nostri database saranno d’ora in poi conservati virtualmente e con la sicurezza richiesta da Agid e dal dipartimento nazionale della Protezione Civile per garantire il disaster recovery dei pubblici dati. Fino ad oggi bastava, infatti, che un nostro server andasse in tilt per perdere tutti i dati in modo quasi irreversibile. Secondo i dati nazionali siamo tra i primissimi in Italia a mettere a punto quello che a fine anno sarà obbligatorio per tutte le Pa italiane»

LA NOVITA’ – La strategia Cloud della Pubblica Amministrazione nasce per favorire l’adozione del modello del cloud computing nelle pubbliche amministrazioni italiane, in linea con le indicazioni della Strategia per la Crescita digitale del Paese e con le previsioni del Piano Triennale per l’Informatica nella Pubblica Amministrazione 2019 – 2021, e per qualificare servizi e infrastrutture cloud secondo specifici parametri di sicurezza e affidabilità idonei per le esigenze della PA, nel rispetto dei seguenti principi: miglioramento dei livelli di servizio, accessibilità, usabilità e sicurezza; interoperabilità dei servizi nell’ambito del modello Cloud, «reversibilità» e protezione dei dati. L’adozione dell’infrastruttura cloud consente, infatti, di migliorare l’efficienza operativa dei Sistemi Ict, di conseguire significative riduzioni di costi, di rendere più semplice ed economico l’aggiornamento dei software, di migliorare la sicurezza e la protezione dei dati e di velocizzare l’erogazione dei servizi a cittadini e imprese.