POZZUOLI – Notte di terrore a Monterusciello dove un incendio di natura dolosa ha distrutto tre auto, uno scooter e devastato una palazzina in via Libero Bovio, nei pressi dello stazionamento degli autobus. Terrore tra i residenti, con le fiamme che hanno raggiunto il quarto piano dell’edificio e distrutto i frigoriferi di un vicino minimarket. Il rogo è divampato tra le due e le tre ed ha colpito l’auto di un personaggio vicino al clan Longobardi finito nell’inchiesta Iron Men con l’accusa di estorsione. L’incendio è avvenuto proprio nei pressi della casa del boss Gennaro Longobardi. Sul posto sono intervenuti polizia e vigili del fuoco.

GUERRA TRA BANDE – Tre giorni fa le stesse scene si sono vissute in via Reginelle, nei pressi dell’abitazione del RAS Pasquale Dello Iacolo, gambizzato il mese scorso e nei pressi dell’ufficio postale: in quell’occasione due auto e la facciata di un’abitazione sono state distrutte dalle fiamme e la vettura di una parente di un altro personaggio vicino al clan è stata incendiata. Sullo sfondo dell’ennesima notte di terrore c’è una guerra tra nuove bande per il controllo delle piazze di spaccio, il racket e i parcheggi abusivi a Pozzuoli. (seguiranno aggiornamenti)