NAPOLI – Stava svolgendo tranquillamente il suo lavoro di hostess accanto ad un treno in partenza della stazione centrale di Napoli quando ha sentito qualcuno battere insistentemente le mani sul finestrino di un convoglio regionale in sosta sul binario di fronte. Nel voltarsi, la donna ha notato che ad attirare volutamente la sua attenzione era un uomo a bordo treno il quale si abbassava i pantaloni e le mostrava i genitali. Nel distogliere lo sguardo, la malcapitata sentiva l’uomo che continuava in modo frenetico a battere sul vetro al fine di attirare ancora la sua attenzione. A questo punto informava dell’accaduto una pattuglia della Polfer in servizio nella stazione, descrivendo l’autore dell’ignobile atto e fornendo particolari sul suo abbigliamento. I poliziotti, intervenuti immediatamente, hanno rintracciato l’uomo descritto dalla malcapitata che, nel tentativo di allontanarsi, era appena sceso dal treno. D.L., pregiudicato trentottenne residente nel salernitano, è stato quindi fermato e condotto negli uffici della Polizia Ferroviaria per accertamenti dai quali emergevano a suo carico precedenti specifici e di Polizia. Allo stesso è stato contestato l’illecito amministrativo degli atti osceni e sanzionato con una multa di 10.000 euro.