MONTE DI PROCIDA – Con un post su Facebook ha messo in discussione la “correttezza” del bando per l’affidamento dello stadio comunale “Vezzuto-Marasco” ed è stato denunciato dal sindaco. E’ accaduto a Monte di Procida dove la Giunta comunale, attraverso una delibera, ha autorizzato il sindaco Peppe Pugliese a presentare una denuncia-querela e a costituirsi parte civile nei confronti di un residente che il 23 giugno scorso con un commento aveva attribuito ad amministratori e dipendenti comunali comportamenti illegittimi. I contenuti del post sono stati ritenuti “calunniosi, diffamatori e palesemente falsi” a tal punto da spingere sindaco e giunta a denunciare l’utente e chiedere un risarcimento danni.

IL SINDACO«Ha messo in discussione il bando definendolo una farsa e accusandoci di non riuscire a fare bandi senza vizi di forma. –spiega il primo cittadino Peppe Pugliese- In maniera ironica è andato a criticare il bando realizzato da una funzionaria che io stimo molto da un punto di vista morale e della professionalità, lasciando intendere che l’amministrazione fa attività di manipolazione. Affermazioni gravissime sulle quali non vogliamo transigere. Non tolleriamo allusioni e insinuazioni, è la prima volta che intraprendiamo un’azione legale di questo genere: l’abbiamo fatto con sofferenza, ma è stato doveroso perché credo che si sia superato ogni limite. Chiederemo in sede civile un sostanzioso risarcimento danni a tutela dell’immagine della comunità e della città di Monte di Procida e che devolveremo in beneficenza a tutte le Onlus impegnate nel nostro comune»