MONTE DI PROCIDA – Strade come fiumi, alberi spezzati dal vento, lamiere dei tetti divelte, auto in panne, cedimenti dell’asfalto, danni alle imbarcazioni. E’ successo anche questo a seguito della tromba d’aria e della bomba d’acqua abbattutesi sul comprensorio flegreo. Ore di panico e di apprensione per la comunità intera che durante la notte appena trascorsa non ha dormito affatto sonni tranquilli.

CREPE IN VIA SALITA TORREGAVETA – E il peggio è arrivato proprio nel tardo pomeriggio di oggi: in via Salita Torregaveta crepe sulla sede stradale ed avvallamenti hanno risvegliato il timore di una nuova frana, l’ennesima. Come si ricorderà, la provinciale è aperta a doppio senso di marcia da soli tre mesi, ovvero dopo un intervento di consolidamento per la messa in sicurezza del tratto franato lo scorso 19 settembre a seguito di una pioggia torrenziale e quello ceduto due anni fa, distante poche decine di metri. L’area interessata dal cedimento dell’asfalto è stata transennata dagli Agenti della Polizia Municipale.

“TRATTO IN FASE DI ASSESTAMENTO” – Pochi minuti fa il Comune di Monte di Procida, attraverso la sua pagina Facebook ha comunicato ai naviganti del web che «sulla vicenda è stata prontamente allertata la Città Metropolitana che ha assicurato l’intervento dei tecnici e della ditta domani mattina. Il responsabile ha fornito rassicurazioni in quanto il tratto di strada interessato dai lavori è ancora in fase di assestamento e per tale motivo non è stato ancora asfaltato in via definitiva».