Auto rimaste intrappolate in Via Fasano

POZZUOLI –  Piogge abbondanti e “soliti” disagi e allagamenti su tutto il territorio puteolano. Già dopo le prime precipitazioni problemi si sono registrati anche lungo le principali strade cittadine con code e rallentamenti in particolar modo in via Campi Flegrei, Via Montenuovo Licola Patria e via Fasano dove sono saltati numerosi tombini. La maggiore criticità si è registrata proprio in via Fasano lungo la strada che collega il centro storico di Pozzuoli con Arco Felice che nel primo pomeriggio era ricoperta da oltre mezzo metro di acqua che ha costretto gli agenti della polizia municipale a chiudere un grosso tratto di strada per alcune ore anche a causa della presenza di due auto rimaste bloccate sotto al ponte della Cumana. Sul posto insieme agli agenti della municipale sono intervenuti i tecnici comunali per cercare di far defluire l’acqua.

ALLAGAMENTI –  Sempre a causa delle incessanti piogge, disagi si sono verificati anche in via Montenuovo Licola Patria dove nei pressi del depuratore di Licola si sono aperti diversi squarci sul manto stradale e dove anche qui un tombino è saltato proprio lungo la carreggiata. Provvidenziale in questo caso è stato il tempestivo intervento di una pattuglia di Carabinieri della stazione di Licola che ha provveduto a segnalare il pericolo agli automobilisti. Infine, disagi alla viabilità si sono registrati in via Campi Flegrei, nella zona di Arco Felice dove le piogge torrenziali anche in questo caso hanno fatto saltare numerosi tombini.

PERICOLI – Durante la giornata di piogge a destare preoccupazione sono stati principalmente la zona della Piana di Licola, dove continua ad incutere timore l’alveo dei Camaldoli e il Lago D’Averno, dove appena 24 ore prima il livello dell’acqua si era innalzato provocando uno straripamento nei pressi del Tempio di Apollo.

ALLARME METEO – Intanto la Protezione Civile attraverso una nota inviata ai comuni. In particolare, è stato posta l’attenzione sulle possibili criticità in ordine a fenomeni di dissesto idrogeologico ed idraulico legato al perdurare delle abbondanti piogge. L’assessore alla Protezione civile Edoardo Cosenza ha raccomandato alle autoritaà competenti il ”monitoraggio della regolare tenuta del reticolo idrografico e la vigilanza delle aree a rischio frana e colata rapida di fango durante il manifestarsi dei fenomeni naturali”.

LE FOTO

[cronacaflegrea_slideshow]