QUARTO – A distanza di diverse settimane dalla prima segnalazione, ancora nessun provvedimento è stato adottato per mettere in sicurezza il tratto in cemento armato che sovrasta il canale di via Crocillo.

NESSUNA PROTEZIONE – La “breccia”, larga circa un metro, rappresenta un serissimo pericolo considerando che a pochi passi c’è una scuola elementare, la Mario Napoli. Nessuna protezione è stata ancora installata, nemmeno una semplice transenna che possa evitare che qualcuno – soprattutto tra gli scolari che affollano l’area prima e dopo le lezioni – possa finire giù nel canale. Il primo campanello d’allarme lo avevamo lanciato durante la pausa natalizia, quando la scuola era chiusa (ma in realtà il danno è presente da molto prima) Nonostante il tempo trascorso, però, ancora di attende un intervento, una piccola “toppa”.

CONDIZIONI PEGGIORATE – Le condizioni della struttura, anzi, sono addirittura peggiorate negli ultimi giorni. A finire nel canale, infatti, è stato un intero segmento di cemento, già parzialmente staccatosi dalla parete principale e rimasto “penzolante” a lungo. Ora è lì, a restringere ulteriormente la portata del canale.