POZZUOLI – Parteciperà anche il movimento politico Pozzuoli ORA all’assemblea organizzata dal coordinamento flegreo “Mare Libero”, prevista per domani, giovedì 4 luglio a Pozzuoli alle ore 18.30, in piazza 2 Marzo 1970. «Nella nostra città – spiega Riccardo Volpe, portavoce di Pozzuoli ORA – ci sono anomalie continue lungo la costa: abusi edilizi su Licola Mare, cancelli, reti metalliche e passaggi a pagamento a Lucrino. Solo per citarne alcuni. Riteniamo – continua Volpe –  che la battaglia per un mare libero sia amministrativa ma anche culturale e di sensibilizzazione. Dobbiamo iniziare a ribellarci e a pretendere i nostri diritti, come quello di scendere in spiaggia senza dover pagare un dazio, quello di usufruire di un mare pulito. Le cronache di queste settimane ci lasciano basiti. Vanno assolutamente vietati scarichi in mare, il comune deve impegnare da un lato la città Metropolitana per il collettore Borbonico che finisce proprio a via Napoli e farsi promotore della risoluzione definitiva degli scarichi nell’alveo dei Camaldoli, che finisce tal quale a Licola Mare».

L’INIZIATIVA – L’assemblea pubblica è solo una delle tante iniziative messe in campo dal Coordinamento Flegreo Mare Libero. Pozzuoli ORA, dal canto suo, ha già posto nelle stanze comunali interrogativi e proposte. «Il tema ci vede impegnati da anni su due fronti – afferma il consigliere comunale di Pozzuoli ORA Raffaele Postiglione – da un lato la salute del nostro mare e dall’altro il diritto di accesso che va assolutamente garantito a tutti. In questi due anni di attività consiliare abbiamo avanzato proposte concrete per arginare il fenomeno degli scarichi e per dar vita all’ampliamento della quota di spiaggia libera attrezzata. Il mare è di tutti – conclude Postiglione – c’è invece chi si comporta da padrone. È arrivato il momento di dire basta».