3-0 targato Fabio La Pietra

POZZUOLI – Si conclude nel migliore dei modi il 2019 per la Puteolana 1902 che conquista il titolo di campione d’inverno. Oggi per i granata è arrivata l’ennesima vittoria con i gol del trio Palumbo-Conte-La Pietra andato a segno quest’oggi che hanno regalato tre punti fondamentali per chiudere il girone di andata al primo posto in solitaria. Le partite si vincono in difesa certo, ma i granata hanno indubbiamente trovato equilibrio tra i reparti, con un centrocampo roccioso e aggressivo difficile da affrontare e che ha messo in crisi qualsiasi manovra offensiva ospite scoraggiandone le ripartenze. Gli under non fanno gli under: Di Mauro, Autieri, La Pietra gol a parte, non invalidano il gioco o indeboliscono la rosa in campo come vuole una consuetudine in questa categoria, ma rappresentano un valore aggiunto per questa squadra. Andrea Autieri recente innesto puteolano è un classe 2001 ma gioca con la sicurezza di un veterano; fisicità dinamismo e audacia a servizio della squadra. La Puteolana si presenta alla diciassettesima giornata con ben 46 punti sui 51 in palio; la differenza reti più alta del campionato con 27 gol: la terza forza per reti realizzate e tra le sue fila il capocannoniere del campionato Roberto Palumbo.

Volpini e De Marco a confronto con il direttore di gara

IL BUNKER – La difesa da record ha fatto registrare soli sette gol subiti in diciassette partite; inutile a dirsi la prima della categoria (girone B compreso). Dodici le vittorie consecutive mentre sono ben 15 i risultati utili ininterrotti dei diavoli rossi. Numeri impressionanti, da prima della classe che rispecchiano e legittimano la posizione di vertice. Statistiche per le quali pensare in grande non rappresenta in alcun modo un azzardo. La Puteolana oggi ha vinto e convinto. Gli uomini di Ciaramella sono tornati ad esprimere quel gioco veloce ed ordinato che li ha contraddistinti in tutta la prima parte del campionato. Altra nota positiva l’innesto di Mimmo De Marco, giocatore tecnico e probabilmente l’uomo d’ordine di cui i granata necessitavano dopo la partenza di Rinaldi. Il classe ’99 oggi subentrato nella ripresa a Vittorio Palumbo ha dato prova di ottima visione di gioco e qualità nei passaggi, doti da affinare con un minutaggio da accrescere di partita in partita. Il match è terminato 3-1 per i padroni di casa; un risultato giusto considerando l’economia della partita e delle occasioni prodotte. Un inizio frastornante, quello dei diavoli rossi subito in gol al primo minuto con Roberto Palumbo su calcio di rigore.

Tifoseria Puteolana

LA VITTORIA – A metà del primo tempo Massimo Conte su cross dalla sinistra anticipa tutti e di piatto destro fa due a zero. Partita in discesa per i granata che giocano in scioltezza e chiudono il primo tempo in assoluta padronanza del campo e dei tempi di gioco. Nella ripresa il Casoria prova a reagire ed a rendersi pericoloso dalle parti di Di Mauro, ma tra gli uomini in maglia blu e la porta difesa da Di Mauro c’è un De Rosa di troppo; il centrale granata sembra essere davvero ovunque quest’oggi, blocca le offensive ospiti e smista velocemente ai compagni per le ripartenze. Al 12′ è una sua apertura a memoria sulla destra a lanciare Fabio La Pietra. Sembrerebbe un normale cambio di gioco ma uno stop a seguire da manuale del calcio dell’esterno puteolano apre una prateria che La Pietra consuma a tutta velocità e davanti al portiere Maiellaro non sbaglia: 3-0 e partita praticamente chiusa. C’è tempo per la reazione di orgoglio ospite che si proietta in avanti con la fantasia e l’estro del suo numero 10: Carlo Gioielli incanta, ma da solo non basta. E’ un piacere ed un assoluto privilegio vederlo giocare al calcio ed in queste categorie. Proprio dai suoi piedi nasce il gol della bandiera di Avolio che al 40′ accorcia le distanze e chiude sul 3-1 una partita tutto sommato piacevole e ben giocata da ambo le squadre.

CAMPIONI D’INVERNO – Puteolana che chiude il girone di andata in prima posizione e si dichiara inaspettatamente Campione di Inverno. Parole di circostanza di Mister Ciaramella che invitano alla calma seppur lodando l’operato della squadra fino a questo momento della stagione: “I nostri sono numeri impressionanti, ma che non devono deconcentrarci sul proseguo di una stagione che resta difficile. Non abbiamo favori dei pronostici e resta un percorso arduo che ci obbliga a restare concentrati” ha detto il mister che guarda avanti.