Pendolari costretti a camminare a piedi lungo i binari della Circumflegrea

QUARTO – Assurdo. Incredibile. Vergognoso. E’ quanto accaduto nella mattina di martedì 18 giugno alla stazione della Circumflegrea di Quarto dove i passeggeri diretti da Licola a Montesanto sono stati fatti scendere e “costretti” a proseguire a piedi sui binari per raggiungere la stazione di “Quarto Centro” dove li attendeva un secondo treno diretto al capolinea napoletano. La denuncia, con tanto di foto, è stata inviata alla nostra redazione da un passeggero che stamattina, insieme alla moglie e ai due figli piccoli, si è visto costretto a camminare sui binari e percorrere a piedi la tratta dalla stazione di “Quarto” a “Quarto Centro”.

IL MESSAGGIO – «Salve mi chiamo Nicola e vorrei denunciare un qualcosa che ritengo sia degno della periferia all’epoca del dopoguerra in Congo. Questa mattina il treno delle 6.45 dopo aver saltato 2 corse passa da Grotta del Sole per Licola per poi ripartire per Montesanto. Quindi fa tutta la tratta fino a Quarto e poi stop! Ci dicono: “se volete andare a Montesanto dovete andare a Quarto Centro”. E così inizia l’esodo, tutti a piedi fino a lì. Dopo aver atteso invano il treno, siamo stati costretti a camminare sui binari per 15 minuti sotto al sole, per raggiungere l’altra stazione. Io ero con mia moglie e i miei due bambini ed è stata una cosa assurda oltre che pericolosa. Finalmente, dopo aver raggiunto Quarto Centro siamo ripartiti per rifermarci a Pianura dove siamo stati costretti a cambiare carrozza. Tutto questo x un treno guasto a Quarto Centro! Mi domando e dico: era difficile spostare la locomotiva guasta dal binario? Non credo» .

 

GENNARO DEL GIUDICE