Gennaro Punzo

POZZUOLI – E’ attesa nelle prossime ore l’autopsia sulla salma di Gennaro Punzo, il 26enne morto sabato sera in un terribile incidente stradale in via Arco Felice Vecchio a Pozzuoli. La salma, subito dopo la tragedia, è stata portata all’obitorio del Secondo Policlinico di Napoli su disposizione del Pubblico Ministero di turno che conduce le indagini. Successivamente sarà poi riconsegnata alla famiglia per consentire la celebrazione dei  funerali.

Fiori sul punto dove è morto Gennaro Punzo

UN ENORME DOLORE- Ieri mattina sul luogo dove ha perso la vita il povero Gennaro Punzo qualcuno ha collocato un mazzo di fiori bianchi, in segno di ricordo per quel bel ragazzo allegro, solare e voluto bene da tutti.  Uno scontro terribile quello che sabato sera è costato la vita al 26enne di Varcaturo. Il giovane era alla guida della sua moto Yamaha, dall’altra parte una Cirtroen Nemo guidata da una ragazza. Quest’ultima pare stesse svoltando, probabilmente per oltrepassare il cancello di un’abitazione lungo la strada. Poi l’impatto, che non ha lasciato scampo al giovane di Varcaturo. Gennaro Punzo viaggiava in direzione Cuma e si stava dirigendo a casa della fidanzata, che abita nelle vicinanze del punto dove è accaduta la tragedia. Erano le 19.30 circa quando è avvenuto il terribile impatto.

La moto della vittima

RESTANO DA CAPIRE LE CAUSE – che hanno provocato il terribile scontro, diverse le ipotesi al vaglio degli inquirenti: una distrazione, l’alta velocità, una manovra errata. La moto è andata a scontrarsi contro la fiancata della vettura, la parte anteriore sinistra, sradicando parte della lamiera. Il mezzo a due ruote scivolava finendo in una carambola tra marciapiedi e muri laterali, distruggendosi quasi completamente. A terra, ad almeno 20 metri da quello che sarebbe stato il punto dell’impatto tra i due veicoli, il corpo senza vita del povero Gennaro Punzo. Inutili i tentativi di rianimazione da parte dei sanitari del 118 accorsi immediatamente sul posto.

SCONVOLTI – Una tragedia che ha sconvolto un po’ tutti, avvenuta sotto gli occhi di quanti a quell’ora stavano percorrendo la strada, importante snodo che da Pozzuoli conduce verso gli stabilimenti balneari di Bacoli e Licola. Erano momenti di forte tensione, una tragedia che ha colpito un po’ tutti. Gennaro Punzo pare che lavorasse come buttafuori per alcuni locali della zona, una ragazzo amato e voluto bene da tutti. La sua tragica morte fa salire a 7 il numero di vittime in incidenti stradali a Pozzuoli, di questi 5 sono motociclisti. Un dato preoccupante che fa riflettere.

La strada dove è avvenuta la tragedia

5 MORTI IN 3 MESI – Una lunga interminabile lista di vittime della strada: in 3 mesi 5 motociclisti hanno perso la vita. A fine Aprile dopo un’agonia durata oltre 2 settimane perde la vita il 33enne Alessandro Sapio, rimasto coinvolto in un grave scontro frontale con la sua motocicletta contro un’automobile lungo l’asse Copin.
Il 16 giugno in via Montegrillo a Bacoli dove muore Pasquale Manna, 45enne motociclista rimasto coinvolto in uno scontro con un’auto e un camion.
Poi il 28 giungo la morte di Claudio Crema, il 26enne rimasto vittima due giorni prima  di un incidente a Lucrino due giorni prima.
Dopo appena 9 giorni la morte di Salvatore D’Angiò, 46 anni, che perde la vita dopo due giorni di agonia. Fatale lo scontro tra il suo scooter e un’automobile in via Cuma Licola.
Infine sabato scorso l’ultimo drammatico incidente che è costato la vita al povero Gennaro Punzo.

GENNARO DEL GIUDICE
[email protected]