Daljborka Vilipic

CERVIA– Pozzuoli cede nel finale a Lucca in una partita giocata a lungo punto a punto. Ma andiamo a snocciolare i numeri per cercare di trovare le ragioni di questa sconfitta. Pozzuoli ha tirato come al solito con buone percentuali dall’arco, quasi il 39% per un buon 7/18 (dove spicca l’eccellente 5/9 di Kelly Mazzante). Le toscane hanno tirato meno e peggio dall’arco con un 4/12. La GMA ha tirato poco da due, i tentativi infatti sono stati solo 23, contro i ben 51 delle toscane, le due squadre hanno comunque avuto una simile percentuale di successo poco superiore al 38%. in totale Lucca ha tirato 63 volte contro il canestro puteolano mentre Pozzuoli ha totalizzato 41 tentavi. Numeri mitigati solo in piccolissima parte dai liberi: infatti, le gialloblù hanno tirato dalla lunetta 11 volte (realizzando nove volte) mentre le ragazze di Lucca lo hanno fatto 8 volte (andando a centro 7). Chiaro a questo punto che la differenza l’ha fatta il maggior numero di tentativi da parte delle toscane.

Kelly Mazzante

RIMBALZI E PALLE PERSE CONDANNANO LE PUTEOLANE – Maggior numero di azioni che nasce in primo luogo dal saldo di palle perse palle rubate: Pozzuoli ha perso la bellezza di 37 palloni recuperandone 29, avendo un saldo finale di -8. Ma non basta il solo dato del saldo palloni persi/recuperati per giustificare il maggior numero di tiri da parte di Lucca: anche il saldo rimbalzi è favorevole a Lucca che ha tirato giù 36 rimbalzi contro i 30 delle flegree. Lo scarto più importante è sui rimbalzi offensivi (che alla lunga fanno sempre la differenza): 7 rimbalzi per le puteolane e ben 17 per le toscane. È facile ritrovare questo dato poi anche nei tabellini finali, le lunghe puteolane hanno ottenuto i soli 13 punti di Vilipic, a secco sono andate Minervino e Chesta mentre per Lucca le tre lunghe hanno ottenuto 33 punti (Ruzickova e Wills 10 ed Hampton 13).

SENZA PESO SOTTO, SOFFRE TUTTA LA SQUADRA – Tirando le somme finali si può dire che Pozzuoli la partita l’ha persa per la mancanza di un gioco efficace sotto le plance, che non si traduce solo in termini di punti sotto e rimbalzi ma che che influisce inevitabilmente su tutto lo svolgersi delle azioni. L’assenza della Adams ed il conseguente poco peso sotto fa che non si creino nemmeno i presupposti per i tiri dal cuore dell’area delle guardie e delle ali e si limitino anche le penetrazioni da parte delle piccole. Nonostante tutte le note positive mostrate da Pozzuoli in questo inizio di stagione bisogna vedere l’impatto che avrà la Adams, se con il suo talento riuscirà a riequilibrare un gioco troppo relegato al talento perimetrale delle guardie.

ANGELO GRECO
[email protected]