I camion dell'Esercito in azione a Monterusciello

Ancora uomini in mimetica impegnati nella raccolta dei rifiuti. Stamattina l’ennesimo massiccio dispiegamento, l’ennesima entrata dell’Esercito nel quartiere, per “liberarlo” dall’immondizia. Decine di soldati , sette camion per raccogliere e trasferire la spazzatura. A malapena sono riusciti a ripulire qualche strada della zona alta di Monterusciello, quella denominata “delle Cooperative”. Tutto qui. Nonostante i sette grossi camion, così grandi che in alcune strade manco riescono ad entrare. Ma purtroppo la “stazza” non è sinonimo di “capienza”, i più “piccoli” compattatori riescono a contenere una quantità di rifiuti di gran lunga superiore. E allora di cosa stiamo parlando? Che ci fanno questi uomini che hanno come “missione” quella di ripulire, tra le tante città, anche Pozzuoli? Non bastano i mezzi che abbiamo? Domande che in molti si fanno, interrogativi che per l’ennesima volta sono balzati nelle menti dei residenti di via Modigliani che dopo aver visto in azione l’Esercito Italiano per un attimo hanno sperato <Finalmente ci tolgono la spazzatura da sotto casa>. Ma dopo pochi minuti  la “munnezza” era ancora nello stesso posto. Anzi, era stata “aggiustata” meglio, fatta più “carina”. Mentre i militari erano in azione a Monterusciello  cresceva la munnezza al Rione Toiano e a via Napoli. Passeggiando sul lungomare “Sandro Pertini” l’odore del mare si mescolava alla puzza, al tanfo insopportabile proveniente dai cumuli in bella mostra sulla strada. Mentre i ristoranti apparecchiavano per la sera, per accogliere “quelli della movida”. La situazione resta allarmante. <I militari nono fanno la fila per scaricare> dicono gli addetti ai lavori. Ecco il motivo, l’unico, che giustifichi la loro presenza. Per il resto è solo “fumo negli occhi”.

GENNARO DEL GIUDICE
[email protected]