La lettera inviata, protocollata e affissa come manifesto per le strade di Pozzuoli

POZZUOLI – Ormai è una moda consueta di inviare lettere alle istituzioni, neanche il Pontefice ne è esente. Anche le poste elettroniche sono bersagliate da messaggi, lamentele o elogi. Ma a Pozzuoli i cittadini vanno oltre, a loro non basta mandare per posta la missiva al Sindaco o all’Assessore di turno, ne fanno un manifesto da affiggere su tutti i muri e le strade della città. Così è successo per una lettera inviata al primo cittadino Vincenzo Figliolia, al dirigente comunale Cossiga e al responsabile della Protezione Civile e alle autorità religiose. Nel testo si legge che gli abitanti di Lucrino chiedono il rispetto e la garanzia di una via di fuga (via degli Oleandri, ex via Turno) che li metta in sicurezza da eventuali eventi sismici. Strada che, secondo quanto scritto, verrà chiusa per fare spazio a un parco privato.