Mercoledì 25 la presentazione del progetto "La Campania entra in classe, dai Campi Flegrei a Padula"

POZZUOLI – Mercoledì 25 settembre 2010 alle ore 17,30 presso la sala incontri del complesso termale Stufe di Nerone, la Mediterraneo Service presenta a dirigenti scolastici e docenti campani il progetto didattico/educativo “la Campania entra in classe, dai Campi Flegrei a Padula”. “Un giorno con l’archeologo”, “Gli antichi romani tra terme e cucina”, “Ad ognuno il suo pastore”, “il piccolo vulcanologo” e “Piccoli giornalisti per un giorno” “U munaciello e a bella m’briana” sono solo alcuni dei laboratori che saranno illustrati insieme alle visite guidate archeologiche ed ambientali nei Campi Flegrei e nell’intera Regione Campania. La rete di collaborazioni che rendono unico il progetto “la Campania entra in classe, dai Campi Flegrei a Padula” vede la partecipazione del Museo archeologico virtuale di Ercolano (MAV), della società Tappeto Volante(Inferno, Purgatorio e Paradiso di Dante), le terme Stufe di Nerone la Cucina di Ruggiero.

 

I CAMPI FLEGREI – sono l’asse portante del progetto, luogo che nonostante gli scempi e le inadempienze subite rimane straordinario ed unico nella sua essenza. La cultura non si racconta ma la si propone facendo interagire lo studente con il proprio bene territoriale, rendendolo protagonista dell’esperienza che vive. Non esiste quindi valorizzazione del territorio senza la partecipazione diretta della scuola, strumento portante di formazione e diffusione culturale, questo concetto deve essere fatto proprio dai nostri amministratori.

 

L’APPELLO – che la Mediterraneo Service lancia alle scuole flegree attraverso questa iniziativa, è quello di prodigarsi per invertire radicalmente il rapporto con il territorio, guardando ai Campi Flegrei come ad un patrimonio universale e soprattutto come ad una grande risorsa economica. Dal prossimo anno scolastico la Mediterraneo Service terrà gratuitamente nelle scuole flegree stage con i propri esperti per gli studenti che vorranno investire il loro futuro nel turismo e nella cultura.