MONTE DI PROCIDA – «Dopo la nostra segnalazione al presidente dell’Eav, Umberto De Gregorio, sul fenomeno disdicevole di centinaia di viaggiatori che nella stazione di Torregaveta invece di acquistare il biglietto attendevano che uno di loro obliterasse per entrare tutti gratis sul treno, è stato disposto il controllo ai varchi con personale dell’ente. Una misura importante per arginare l’evasione e mettere un freno alla perdita di introiti per l’azienda. Ringrazio il presidente De Gregorio per aver immediatamente predisposto il servizio di controllo in modo tale che invece delle immagini, che hanno fatto il giro del web, con centinaia di “portoghesi” che si accalcano ai tornelli, possiamo vedere utenti disciplinati che pagano il biglietto e usufruiscono di un servizio pubblico. A questo proposito ritengo indispensabile che Eav e Anm debbano garantire tornelli e biglietterie automatiche a ogni fermata di circumvesuviana, funicolari, metropolitana e cumana. È assurdo che ancora oggi non sia così. Nella lotta ai “portoghesi” è indispensabile garantire a tutti i viaggiatori la piena agibilità per l’acquisto dei titoli di viaggio». Lo ha dichiarato il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, che due giorni fa ha denunciato la presenza di viaggiatori senza biglietto allo scalo della Cumana diffondendo il video in cui decine di “portoghesi” entravano in treno senza il titolo di viaggio.