LICOLA – «Continua la mobilitazione per salvare i circa 200 cani ospitati nel Canile dei 400 di Giugliano per i quali c’è il rischio concreto di restare senza cibo per la mancanza di fondi». Lo hanno detto i Verdi che, con il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli e il portavoce regionale del Sole che ride, Vincenzo Peretti, erano andati nel canile «per un sopralluogo prima di avviare una raccolta di fondi e cibo che prevede anche il Crocchetta day, un’intera giornata di mobilitazione per salvare i cani ospitati in quella struttura, promossa per giovedì 9 novembre».

I SOSTENITORI – «Tra i primi e più accesi sostenitori del Canile dei 400 ci sono i ragazzi che frequentano l’Istituto Colosimo di Napoli e, proprio per l’impegno mostrato dai ragazzi non vedenti che frequentano quella struttura e grazie al responsabile Antonio Cafasso, abbiamo deciso di far partire da lì, la mobilitazione del Crocchetta day, che porterà volontari e aiuti al Canile dei 400 -ha aggiunto Borrelli sottolineando che -grazie ai consiglieri comunali Stefano Buono e Marco Gaudini stiamo anche provando a capire come sbloccare i pagamenti che il Comune di Napoli deve alla struttura che ospita un’ottantina di cani di proprietà dell’Amministrazione comunale napoletana perché accalappiati dall’Asl nel territorio comunale. Oltre al Crocchetta day, ci sono sempre i soliti canali per aiutare il Canile dei 400, a cominciare dalla pagina facebook curata dai volontari dove vengono indicati tutti i modi per mostrare la propria solidarietà, compresa l’adozione a distanza per chi vorrebbe occuparsi di uno dei cani, ma non può tenerlo a casa sua» ha concluso Borrelli.