Le due donne artefici del "cavallo di ritorno" sono state arrestate dalla Polizia

NAPOLI – Gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale, collaborati dai poliziotti del Commissariato San Ferdinando hanno arrestato A.F., e S.R. entrambe napoletane rispettivamente di 21 e 40 anni per il reato di estorsione aggravata; inoltre la più giovane è stata denunciata per i reato di guida senza patente per non averla mai conseguita. Poco dopo le 18 di sabato, su segnalazione della Centrale Operativa, i due equipaggi hanno raggiunto via Arcoleo, dove una giovane vittima di un’estorsione aveva chiamato il 113.

 

IL RICATTO – I poliziotti hanno accertato che un giovane aveva parcheggiato il suo motociclo in Via Santa Chiara ed al suo ritorno non lo aveva trovato ma contestualmente riceveva la telefonata da parte di una donna che chiedeva dei soldi per la restituzione del motociclo. L’uomo ha in un primo momento accettato consegnando alle due 250 euro ed il proprio telefono cellulare, rientrando in possesso del motoveicolo ma, le due, non accontentatesi hanno chiesto altri soldi fissando come punto d’incontro, uno stabile di Via Arcoleo. Non appena le due donne sono entrate nell’androne dello stabile, si sono accorte della polizia ed hanno tentato di scappare a bordo di un motociclo Honda SH, ma sono state bloccate ed arrestate. Le due sono state condotte nel Carcere di Pozzuoli.