di Angelo Greco

Il cartello affisso alla stazione di Pozzuoli

CAMPI FLEGREI – Sempre più caos nei trasporti flegrei, al centro del polverone ancora una volta c’è la linea ferroviaria Cumana. Da questa mattina infatti restano isolati i comuni di Bacoli e Monte di Procida. Corse con frequenza di 40’ e solo per il tratto Pozzuoli – Montesanto, le restanti stazioni sono servite da un servizio di navetta che collega appunto Pozzuoli e quello che, fino a ieri, era il capolinea di Torregaveta. Sono ben 5 le stazione tagliate fuori dal “nuovo orario” della Cumana: Cantieri, Arco Felice, Lucrino, Fusaro e Torregaveta.

 

BACOLI E MONTE DI PROCIDA ISOLATE – Ad essere maggiormente penalizzati sono i comuni di Bacoli e Monte di Procida che vedono nella linea Cumana il principale mezzo di collegamento con la città di Napoli, meta di lavoro e di studio per centinaia di pendolari che quotidianamente si spostano dai due comuni flegrei. Da oggi dunque la frequenza passa “ufficialmente” a 40’ con partenze da Pozzuoli ogni 14 e 54 di ogni ora. Nelle stazioni “tagliate fuori” dal nuovo orario vige il caos più totale, in molti casi è assente il minimo cartello di avviso che spieghi cosa stia accadendo. Le informazioni sono date, dal personale Eav, ex Sepsa, dove sono presenti. Intanto è in corso una protesta fuori agli stabilimenti Eav, in via Cisterna dell’Olio a Napoli.

 

MANCANZA DI TRENI – Il dispositivo, che ha avuto il via questa mattina e che non è dato sapere per quanto tempo sarà in vigore, nasce dalla mancanza di elettrotreni sulla linea. La scarsezza di mezzi utilizzabili ha reso negli ultimi mesi il servizio del tutto ingestibile. Attraverso questa drastica soluzione la dirigenza Eav spera di poter garantire almeno questo servizio minimo. Resta il fatto che Bacoli, Monte di Procida ed anche un parte di Pozzuoli restano isolati rispetto al capoluogo di provincia.