I cartelli che annunciano il "sold out" degli imbarchi

IMBARCHI – Sempre più complicato imbarcarsi da Ischia per far ritorno sulla terraferma. A denunciare il caos di queste ore sono intervenuti i Verdi Ecologisti: «Continua il delirio agli imbarchi dall’ isola d’ Ischia per Napoli e Pozzuoli. Nella giornata di domenica – denuncia il responsabil eregionale dei Verdi Ecologisti Francesco Emilio Borrelli – quasi tutti i traghetti e aliscafi sono partiti e arrivati con una media di 40 minuti di ritardo. Lo stesso sta avvenendo stamane con file di ore e ressa agli imbarchi. Più volte si è rischiata la rissa tra le persone in fila. La Caremar domenica ( con tanto di cartelli affissi ) aveva posto solo per i passeggeri sull’ ultimo traghetto delle 20.15. Sempre alle 20.15 parte l’ ultimo traghetto che stamane ha ancora pochi posti a disposizione per auto e motoveicoli (sempre con cartelli esposti ) che i passeggeri si stanno disputando da ore con una interminabile e stressante fila sotto al sole. Sui porti di Ischia, Casamicciola e Forio l’ accavalarsi di arrivi e partenze dei Traghetti Medmar e Caremar e degli aliscafi Lauro e Snav ha creato un caos incredibile che neanche la polizia, la Capitaneria di Porto ed i vigili urbani riescono a gestire. Le Navi e gli aliscafi vengono presi d’ assalto riempiti fino all’ inverosimile e poi fatti partire alla meglio. Le parole dell’ assessore regionale ai trasporti Vetrella che aveva assicurato una tranquilla e serena gestione del trasporto dalle isole in quest week end appaiono una beffa e soprattutto fanno comprendere come questo personaggio non abbia più alcun rapporto con la realtà disastrosa che vive la povera utenza. Una ennesima figuraccia della Regione e del sistema trasporti gestito in modo a nostro avviso superficile e dilettantistico».

[cronacaflegrea_slideshow]