La formazione del Quarto

ATLETICO BOSCO FRATTESE 3
NUOVAQUARTO CALCIO PER LA LEGALITA’ 2

Atletico Bosco Frattese: Vitale R., Costanzo, Rea, Vitale A.(dal 37’st Pezzullo), Castiglione, Gallinaro(dal 24′ st Damiano), Grappa, Spilabotte
(dal 48′ st Silvestro), Scarpato, Celiento. A disposizione: Navarra, Criscuolo, Salzano, Lucaioli. Allenatore: Grimaldi

Nuova Quarto Calcio: Navarra, Santangelo (dal 13′ st Picco), Gramegna, Aprile, Pirozzi, Ucciero, Di Maio(dal 24′ st Andreozzi), De Gennaro P., D’Auria, Palma, Tucci. A disposizione: Sena, Di Criscio, Lettera, Passaro, De Gennaro D.
Allenatore: Amorosetti

Arbitro: Festa di Avellino
Assistenti: Mariniello – Cristiano di Ercolano
Reti: 3’pt Palma, 5’pt e 13′ st Celiento, 24′ pt D’Auria, 46′ st Scarpato.
Note: Spettatori 1000 circa. Ammoniti: Santangelo, Gramegna, Pirozzi,
Ucciero, Castiglione, Scarpato, Celiento. Espulso al 5′ st per proteste Grimaldi
allenatore Frattese.

FRATTAMAGGIORE – La Nuova Quarto Calcio perde a Fratta ma non perde la vetta della classifica che, nonostante il primo stop del 2013 in casa della Frattese, diretta avversaria per la promozione in eccellenza, resta saldamente nelle mane della compagine flegrea. Una prodezza di Scarpato su punizione in pieno recupero decide la sfida tra Frattese e Quarto, big match della 17° giornata del girone A di Promozione. Grande spettacolo allo Stadio Ianniello di Frattamaggiore dove il maltempo non frena la torcida frattese che si riversa in massa presso la struttura cittadina per ammirare la sfida tra le due corazzate del girone A di Promozione. La classifica sorride nettamente al Quarto che giunge allo Ianniello con un rassicurante +7 sui nerostellati.

La rete di Tucci ha messo in discesa la gara

IL MATCH – Le formazioni sono quelle ampiamente annunciate alla vigilia: mister Grimaldi si affida al trio offensivo composto da Celiento, Spilabotte e Scarpato per scardinare la difesa azzurra priva del capitano Zinno, squalificato, e sostituito da Marco Ucciero, capitano in campo. Bella la coreografia prima della gara, una cornice di pubblico degna di una sfida che merita ben altri palcoscenici: al primo affondo gli ospiti
passano; fa tutto da solo Franco Palma che dribbla al limite due avversari e col sinistro fulmina Vitale. Grande l’esultanza per l’attaccante azzurro, diventato per la prima volta papà da qualche giorno e che esulta “alla Totti” con l’indice in bocca. Ma nemmeno il tempo di festeggiare che i padroni di casa frattesi pareggiano: Navarra, troppo lezioso al limite, scivola al momento del rinvio cedendo il pallone a Celiento che da 25 metri trova un lob preciso che si insacca a porta vuota rendendo vano il tentativo di Ucciero e Pirozzi. La partita è spettacolare ma i ragazzi del Quarto hanno qualcosa in più e lo si vede nella cotruzione del gioco; Aprile è onnipresente, De Gennaro, sacrificato a centrocampo al posto dello squalificato Cardinali, offre una prestazione sontuosa e generosa mentre Di Maio è sempre attento e preciso nell’impostare la manovra. Tucci viene preso di mira dai fallosi centrocampisti frattesi mentre Palma fa ammattire i difensori locali. Il gol del vantaggio è però frutto di un’invenzione personale di D’Auria: l’attaccante prende palla sull’out sinistro, si accentra e dopo aver dribblato due avversari lascia partire un bolide dai 20 metri che trafigge Vitale. E’ il 2-1 che manda in delirio gli azzurri che prima della chiusura del tempo hanno due occasioni clamorose per chiudere il match: la prima con Aprile che da pochi metri di testa colpisce male, la seconda, in pieno recupero, con Palma
che, sempre di testa, colpisce troppo centrale trovando attento l’estremo difensore frattese. Le due squadre, dopo l’intervallo, rientrano in campo con gli stessi 22: ma la Frattese è più determinata e, spinta da un pubblico encomiabile, prende coraggio complice anche un arbitraggio troppo “all’inglese”. Dopo uno sterile forcing, i padroni di casa trovano il gol del pari: è il 13′ quando dagli sviluppi di un angolo, Celiento, dimenticato in area, tutto solo di testa trafigge Navarra. La Nuova Quarto Calcio sembra accusare il colpo: Tucci, acciaccato, viene spostato sulla linea difensiva mentre Picco, subentrato a Santangelo, è troppo abulico in attacco. Il Quarto però ha l’occasione più nitida della ripresa: D’Auria serve in area Andreozzi che di prima intenzione, tutto solo, angola bene ma trova attento Vitale, decisivo nell’occasione. Quando la partita sembra avviata sul pari, in pieno recupero, arriva la doccia fredda per gli ospiti; Scarpato avvia una ripartenza con un netto fallo di mano non sanzionato, Celiento viene atterrato al limite e la punizione seguente viene trasformata magistralmente da Scarpato che manda in delirio lo Ianniello.

QUARTO SEMPRE PRIMO – Finisce 3-2 per i padroni di casa che infliggono alla Nuova Quarto Calcio la seconda sconfitta stagionale, la prima del 2013 e accorciano il distacco dalla vetta che resta comunque lontana 4 punti. Una vittoria dunque che consolida il secondo posto della Frattese che tiene distanza il Sant’Arpino. Per il Quarto uno stop amaro per come maturato ma che può starci nell’economia di un campionato che solo la squadra di Amorosetti potrebbe perdere; la squadra vista oggi allo Iannillo, però, è una squadra che dirà la sua fino alla fine che presto riprenderà la sua corsa solo parzialmente interrotta.

CS