Nei Campi Flegrei si prepara la prossima stagione
Nei Campi Flegrei si prepara la prossima stagione

di Angelo Greco

CALCIO – Così come l’estate climatica stenta a partire anche quella del calcio flegreo ancora si deve scaldare. Più di qualche dubbio poche certezze e qualche speranza accompagnano questi giorni di luglio. Dalla D alla Promozione in molti casi la programmazione della prossima stagione o è in alto mare oppure è ancora sottobanco lontana dalle luci della ribalta.

 

PUTEOLANA 1902 – L’estate granata fino ad ora è stata caldissima, non per il calcio mercato, non per la programmazione ma solo per capire se ancora il titolo di serie D resterà a Pozzuoli. Nonostante sia tutto in alto mare ciò che appare fattibile è la riconferma del titolo all’ombra della Solfatara, chi sarà il presidente, chi i soci, quali ambizioni e che reale fine farà Francesco Di Marino (deus ex machina fino ad oggi della Puteolana 1902 Internapoli) resta ancora tutto un mistero.

 

QUARTO – Svanito il sogno D ai play off il Quarto riparte dal suo condottiero, mister Ciro Amorosetti. Gli azzurri proveranno a vincere il campionato di Eccellenza per trovarsi poi ad un passo dai professionisti. In casa della “squadra per la legalità” si prova a confermare il nocciolo duro della squadra, con il bomber D’Auria in primis. Proprio il capocannoniere delle ultime due stagioni azzurre ha sirene importanti in D, ma la sensazione è che alla fine resti in azzurro. Il campionato quartese sarà un torneo di vertice

 

SIBILLA – Se da un punto di vista ufficiale tutto tace in quel di Bacoli, molti i rumors che si inseguono all’ombra del castello aragonese parlando di grandi cose in città. Il ds Dell’Annunziata starebbe mettendo su le basi per un progetto importante in casa bacolese, con un pensiero anche ad un possibile titolo di D (ma sotto questo aspetto i tempi stringono troppo). Possibile che si allestirà una squadra di vertice che provi a tornare nella massima serie dilettantistica, in panchina dovrebbe sedere ancora mister Michele Nunziata.

 

PUTEOLANA 1909 – Dopo la rocambolesca salvezza dello scorso anno in casa “909” si prova a gettare le basi per un anno quanto meno più tranquillo. Si cercano dunque le garanzie tecniche ed economiche per garantirsi  la categoria, difesa con le unghie lo scorso anno. Da un punto di vista tecnico poche le certezze a Toiano, se non ancora la collaborazione del “lupo” Gargiulo, che però non dovrebbe sedere in panca ma avere un ruolo da direttore tecnico.

 

RIONE TERRA – Discorso simile alla “909” per il Rione Terra, che prova a gettare le basi per una crescita costante del progetto caro al presidente Sergio Di Bonito. Confermato sulla panchina Giuseppe Perna si prova a valorizzare i giovani talenti messi in luce lo scorso anno: per Maione, De Luca e Di Roberto deve essere l’anno della consacrazione. Le ambizioni azzurre sono quelle di disputare un torneo più tranquillo rispetto a quello dello scorso anno, in ottemperenza a quel principio di crescita costante tanto caro in casa Rione Terra.

 

MONTE DI PROCIDA – In casa gialloblu confermato sulla panchina mister Gennaro Illiano si pensa in grande, quasi chiuso l’accordo con il forte centrale difensivo Borrino (un lusso per la promozione) si pensa a blindare chi ha fatto bene fino ad oggi, come il talento ’94 Barbella che ha incantato tutti lo scorso anno. A Monte nessuno si nasconde c’è tanta voglia di tornare grandi.