FORIO D’ISCHIA – Questa Puteolana non molla mai. Tante le assenze granata quest’oggi che stavano condizionando l’andamento della partita, ma dove non arriva il bel gioco, entrano in campo la determinazione e il cuore di questi ragazzi, che rappresentano le armi in più per combattere fino alla fine. Ancora un volta, la Puteolana è riuscita a risorgere dalle ceneri, quest’oggi, però, grazie a Roberto Guadagnuolo – bomber inaspettato – e grazie all’immenso muro issato dal numero 1 Fernandez. Sicuramente non abbiamo assistito ad una prestazione da ricordare, il Real Forio ha messo a nudo i limiti dei granata con ripartenze fulminee e grazie al numero 7 Castagna in grado di creare scompiglio ogni qualvolta entri in possesso del pallone. Nei primi minuti è la Puteolana che bussa timidamente alla porta del Forio, prima da corner al minuto 6 e successivamente con Conte all’11’ con una conclusione che non inquadra lo specchio. Col passare dei minuti la Puteolana va sotto ritmo e ne approfitta il Real Forio che al 24′ da angolo a sfavore orchestra un contropiede che coinvolge il talento Castagna, il quale semina gli avversari e offre palla a Sannino che sigla l’1 a 0 per i locali.

SVANTAGGIO – La Puteolana accusa il colpo, non reagisce, e si aggrappa al talento del nuovo numero 1 Fernandez che al 33′ ferma un’iniziativa di Castagna. La Puteolana cerca di reagire con Conte che al 38 viene stoppato da Mennella. Al 44′ succede di tutto: azione rocambolesca in area granata con Castagna che svetta indisturbato ma deve fare i conti con Fernandez che respinge miracolosamente, sulla respinta, la palla arriva a Piccirillo che a colpo sicuro centra Signore sulla linea di porta. Si va negli spogliatoi, mister Sarnataro si fa sentire e nel secondo tempo entra in campo una Puteolana totalmente diversa. Al minuto 48 arriva subito il pari. Incursione di Conte, cross al centro e Guadagnuolo svetta per l’1-1. 2 minuti dopo il Forio ha subito l opportunità di riportarsi in vantaggio, quando al 50′ da angolo Sannino colpisce in pieno la traversa, poi è Fernandez in mischia a rimediare. Al 55 arriva il sorpasso granata con un contropiede architettato alla perfezione. Palomba resiste alle cariche, serve Pastore che a sua volta pennella per Guadagnuolo che a tu per tu con il portiere sigla il 2 a 1. La Puteolana 1902 completa la rimonta grazie ad un’azione da favola messa in atto da Pastore, Conte e Guadagnuolo, con quest’ultimo che deve solo appoggiare in porta il pallone del 3-1. Dopo tre minuti, la vittoria sembra essere ancor più a portata di mano, perché l’arbitro decide di espellere Piccirillo per un fallo di reazione su Loiacono. Ma la Puteolana commette il grave errore di staccare la spina, lo si vede in Novelli che perde un pallone sanguinoso consegnandolo nei piedi di Castagna che riapre il match superando Fernandez. Il Forio ci crede, i tifosi di casa si fanno sentire, la gara è tesa, con i due tecnici che sfruttano gli ultimi cambi e con Fernandez che respinge ancora un tentativo di Castagna al 72′. All’84 è ancora decisivo il numero 1 granata quando para una conclusione insidiosa di Sirabella. Si scaldano gli animi sulle panchine e il secondo portiere isolano Impagliazzo viene espulso dalla panchina, si arriva al recupero, l’arbitro ne concede 6 e al terzo il Forio riceve la seconda espulsione con Iacono che si fa sfuggire qualche parola di troppo nei confronti dell’arbitro che lo manda negli spogliatoi. La Puteolana resiste e riesce a portare a casa tre punti preziosissimi in vista del pareggio tra Afragolese e Frattese.  FORIO-PUTEOLANA 1902 2-3

Forio: Mennella, Sirabella (85² Calise N.), Conte, Calise G., Sannino, Piccirillo, Castagna, Filosa (71² Aiello), Savio (66² Chiaiese), Iacono, Vitagliano (85² Fiorentino). A disp. Impagliazzo, Mazzella, Rubino. All. Impagliazzo

Puteolana 1902: Fernandez, Parisi, Novelli, Gatta, Signore (87² Napolitano), Gargiulo, Conte, Loiacono (76² Sarr), Pastore (76′ Caccia), Guadagnuolo (68² Palumbo), Palomba (90² Canzano). A disp. Rubino, Chierchia. All. Sarnataro

ARBITRO: Iacobellis di Pisa

ASSISTENTI: Maione di Nola, Cecere di Caserta

RETI: 25′ Sannino (F), 48²,54² e 64² Guadagnuolo (P), 70² Castagna (F)