Foto di repertorio

QUARTO – Un nuovo centro polifunzionale ha piantato le proprie “tende” a Quarto. E’ il Quarto Polo, sito nella tensostruttura di via Dorando Pietri, un centro innovativo che ha l’ambizione di racchiudere sport e cultura in un’unica area di 3000 mq. Dopo anni di incuria e inutilizzo, il centro ha finalmente aperto le porte alla cittadinanza riscontrando un notevole successo grazie agli open days del 15 e 16 giugno. Numerose attività sportive, dal calcio al parkour, dalle arti marziali alla ginnastica ritmica, sono state presentate al pubblico con spettacolari dimostrazioni. E non finisce qui. Sì, perché il Quarto Polo è soprattutto un luogo inclusivo, privo di barriere, che rivolge particolare attenzione alle persone affette da disabilità. Sabato, infatti, al Quarto Polo arriva “Carrozzimma”. Dalle 10 alle 19 a Quarto, presso la tensostruttura situata in via Dorando Pietri, è prevista una giornata interamente dedicata all’inclusione e allo sport per disabili, in collaborazione con le associazioni “Romanes” e “ASCO Don Orione” e con il patrocinio del “Comitato italiano paralimpico”, della “Fispes”, della “UISP – Zona Flegrea” e del Comune di Quarto, per abbattere qualsiasi tipo di barriera. L’evento è aperto a tutti coloro che vorranno divertirsi con il  Powerchair soccer ed il Wheelchair rugby. Dalle ore 10 sarà possibile cimentarsi con il Powerchair soccer, calcio in carrozzina elettrica, a seguire esibizione della squadra  dell’associazione ASCO Powerchair Football. Dalle ore 15, invece, sarà possibile cimentarsi con il Wheelchair  rugby, rugby in carrozzina.

WHEELCHAIR RUGBY – Alle 16:30 le associazioni ASD Quartograd e Romanes Wheelchair Rugby si sfideranno in un incontro di Wheelchair rugby, gara imperdibile nella quale la squadra di calcio della città si cimenterà in questa nuova disciplina. «Sono invitate tutte le associazioni, del territorio e non, ad aderire alla splendida iniziativa. Un nuovo modo di intendere lo sport non è solo uno slogan, il Quarto Polo, che è l’organizzatore dell’evento, è un  luogo inclusivo che mira ad offrire un servizio accessibile a tutta la  cittadinanza rivolgendo particolare attenzione alle persone affette da  disabilità. Il nostro obiettivo, infatti, è quello di dar vita ad una squadra di Wheelchair rugby», si legge in una nota.