BACOLI – «Non si respira». Nelle ultime ore è una delle frasi più pronunciate da chi vive a pochi passi dal lago Fusaro. I cittadini stanno denunciando con forza la presenza in zona di un tanfo di marcio. A completare il quadro, poco idilliaco, la presenza di melma e di acqua stagnante. In arrivo il personale tecnico dell’Arpac che dovrà prelevare alcuni campioni d’acqua per comprendere le cause di tale fenomeno. C’è chi riconduce il tutto ad una proliferazione di alghe ma non mancano i più pessimisti che temono che si tratti invece di scarichi fognari. Solo nelle prossime ore il quadro sarà più chiaro. In attesa dei tecnici, ai residenti della frazione del Fusaro non resta che tapparsi il naso.